Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Centro di Biologia Marina ed Acquario Mediterraneo, una proposta strategica per Santa Teresa Gallura

Individuazione di un Sistema di Aree caratterizzanti il Territorio, ripensate attraverso alcuni progetti di architetura ed urbanistica, per progettare la Sostenibilità e creare l'interazione tra il TURISMO e L'AMBIENTE.
Il progetto di un centro di ricerca e dell’acquario mediterraneo in Santa Teresa Gallura si pone come obbiettivi:
1 aiutare il processo di formazione del futuro parco marino internazionale delle Bocche di Bonifacio che interesserà le aree nord-orientali della Sardegna e quelle sud-orientali della Corsica;
2 indicare una strada di differente sviluppo socio-economico, senza contrapporsi al motore trainante l’economia di questi luoghi, cioè il turismo, portandovi al suo interno una differente cultura di uso del territorio;
3 dare una risposta concreta al problema gravoso del lavoro giovanile, soprattutto in questi luoghi, vede il progetto del centro come luogo generatore di occupazione, dove al suo interno si possa progettare un migliore sfruttamento razionale e responsabile delle risorse marine, con il coinvolgendo delle varie categorie sociali, come: i giovani e gli anziani,la flotta peschereccia ed il comitato tecnico-scientifico. Con la prospettiva di far nascere associazioni di giovani, che utilizzando fondi messi a disposizione dalle varie istituzioni, come la Regione, lo Stato, la Comunità Europea, ecc., possano progettare un sistema di infrastrutture: per l’allevamento di specie ittiche, endemiche di questi luoghi
4 formare giovani specializzati per la gestione ambientale del territorio;
5 realizzare l’acquario, luogo di ricerca, di attrazione turistica e di riqualificazione urbana e paesagistica;
Il progetto quindi, interagendo e costruendosi con questi obbiettivi, progetta in concreto un nuovo modo di pensare allo sviluppo del territorio di Santa Teresa Gallura, puntando sulla sua fattibilità e sostenibilità, nonostante le questioni che tratta cioè quelle ambientali, siano quasi sempre paralizzanti sia per la dimensione dei problemi che pongono, sia per il carattere globale che tendono ad assumere.
Con la realizzazione del centro, si darà a questi bellissimi luoghi, un futuro di sicura salvaguardia e rispetto ambientale.


GENESI DEL PROCESSO PROGETTUALE.

Inquadrando l’area geografica delle Bocche di Bonifacio, si scorge immediatamente la particolarità di questi luoghi e l’occasione che forniscono alla pianificazione territoriale.
Immaginando un triangolo isoscele che ai suoi angoli abbia le seguenti aree protette: la Riserva delle isole di Lavezzi (Corsica); il Parco Nazionale dell’arcipelago di La Maddalena (Sardegna) e il futuro progetto del Centro di Biologia Marina e dell’Acquario Mediterraneo, si costruisce così, sia dal punto di vista funzionale che ambientale, una vasta area protetta, unica nel Mediterraneo, per ricchezza paesaggistica, naturalistica e storico-culturale.
La società di Santa Teresa che fino ad ora non si è dovuta scontrare con problemi ambientali di rilevante portata, poichè fino ad oggi il territorio lo ha consentito, per riscattarsi dagli errori fatti nell’immediato passato dovrebbe guardare al futuro facendo proprie le nuove tendenze della pianificazione territoriale e della domanda turistica che richiedono la salvaguardia dei paesaggi incontaminati e la creazione di strutture adatte alla loro conservazione e alla loro esplorazione.
Sostenibilità e Salvaguardia dovranno essere le parole chiave per la risoluzione dei problemi ambientali quali:
? l’intenso sfruttamento della costa (in prevalenza nei mesi estivi);
? l’urbanizzazione eccessiva;
? l’uso intensivo delle risorse naturali marine e terrestri.
L’obiettivo che questo progetto si prefigge di raggiungere è quello di pensare alcune aree individuate come fondamentali, all’interno di un Sistema che unisca il territorio in un unico disegno, puntuale e rispettoso delle singole specificità di area.

Mostra/Nascondi contenuto.
P r o g e t t o C e n t r o d i B i o l o g i a M a r i n a e d A c q u a r i o M e d i t e r r a n e o Una proposta strategica per Santa Teresa Gallura Politecnico di Milano Facolt di Architettura tesi di Roberto Satta relatore Prof. Cesare Macchi Cassia

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Roberto Satta Contatta »

Composta da 15 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4684 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.