Skip to content

Software per le previsioni demografiche ed un loro impiego per lo studio degli effetti delle migrazioni sulle popolazioni

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Ghiotto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze Statistiche, Demografiche e Sociali
  Relatore: Franco Bonarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 190

Software per le previsioni demografiche e un loro impiego per lo studio degli effetti delle migrazioni sulle popolazioni.
I modelli per le previsioni demografiche sono sulla via del perfezionamento per poter venire incontro alle esigenze sia del pubblico che del privato.
La programmazione dei servizi, l’allocazione delle risorse destinate ad essere investite in favore di determinate fasce della popolazione e tanti altri problemi necessitano di valutazioni scientifiche riguardo i possibili futuri della popolazione oggetto di studio. L’esempio più frequente è quello relativo alla determinazione dei fondi pensionistici per gli anziani, ma tanti altri sono gli ambiti che usufruiscono dei risultati delle previsioni.
Alcuni problemi possono essere analizzati con un semplice modello coorte - componenti (è il caso tipico in cui si è interessati alla distribuzione futura per classe di età e sesso della popolazione), altri richiedono analisi più dettagliate, ad esempio previsioni multi - stato o previsioni derivate (capitolo 1).
L’importanza crescente delle previsioni, in primo luogo, implica necessariamente il grande sforzo di mettere a punto modelli proiettivi sempre più precisi (ad esempio, i modelli causali), ma l’attenzione, si sta focalizzando anche sulla ricerca di un buon metodo per stabilire un intervallo di confidenza per la variabile da prevedere: un gruppo di esperti potrebbe fornire pareri sull’andamento dei parametri e la loro distribuzione di probabilità (capitolo 2).
Gli sforzi per il miglioramento delle tecniche di previsione, si accompagnano ai tentativi di soddisfare le richieste di un’utenza sempre più vasta.
Internet può costituire un validissimo ed efficace strumento di diffusione delle previsioni, anche se non sempre l’utente è in grado di distinguere una previsione che risponda a opportuni requisiti di affidabilità. Una soluzione a questo problema potrebbe essere quella di creare dei siti di carattere puramente demografico interni a qualche università o a qualche istituto che produce statistiche ufficiali, con la eventuale possibilità per il privato di svolgere le proprie previsioni on - line oppure scaricando i programmi.
Alcuni dei software che si è riusciti a scaricare dalla rete (a parte People e Parity Progression Projection), sono stati analizzati secondo i propri ambiti di applicazione, la complessità degli algoritmi, la ricchezza di opzioni a disposizione dell’utente, il tipo di interfaccia (capitolo 3).
People, DemProj di SPECTRUM e FivFiv sono pacchetti con i quali possono essere calcolate le tradizionali previsioni con il modello coorte - componenti, quindi possono essere applicati a qualsiasi contesto, in particolar modo istituzionale. Intlpop e PDE sono utilizzabili per fini dimostrativi: il primo riguarda previsioni per ogni paese del mondo, il secondo è una semplice dimostrazione di proiezione multi - stato. Parity Progression Projection e Tabrap sono software che pongono l’attenzione sul parametro “fecondità” ed hanno bisogno di input dettagliati.
I software per le previsioni sono strumenti potenti non solo per generare scenari della popolazione, ma anche per risolvere problemi di tipo inverso: fissato un certo livello di una o più variabili per il futuro, si vuole stabilire quali sono i requisiti cui devono soddisfare le variabili “libere” affinchè vengano rispettati i vincoli (studio prospettivo).
Lo studio retrospettivo si impone di stabilire l’entità e la direzione degli effetti prodotti da determinati eventi del passato, simulando una popolazione che non vive quegli eventi e confrontandola con quella realmente osservata.
In genere, questo approccio di studio è denominato metodo dei residui.
Esso è stato applicato per studiare gli effetti delle migrazioni dal 1951 al 1999 in quattro regioni italiane (Veneto, Piemonte, Toscana e Puglia), ricalcando la metodologia adottata già da Golini e Strozza per alcuni paesi europei dal 1950 al 1990. Due sono i principali punti deboli del metodo dei residui applicato allo studio delle differenze tra una popolazione chiusa e quella censita:
- non è detto che la popolazione chiusa sia caratterizzata dagli stessi valori di fecondità (e mortalità) della popolazione realmente osservata;
- operando i confronti alla fine di un periodo (1951-1999, ad esempio),
non riusciamo a cogliere nulla di ciò che è successo all’interno del periodo (entità reale dei flussi migratori, cadenza temporale dei flussi stessi, etc.).
Nonostante questo, il modello si rivela buono ai fini di valutare gli effetti di quella parte dei migranti che si insediano stabilmente nelle zone di destinazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
" # $ & ( * , * . 0 1 ( 3 * 5 7 8 & * 1 : < = > @ = A B C B D E B G = H D J @ L M N O = N D C P B P Q B C N D E D Q E N L > B P D S D G = S S L C P L P B C P B N L N O = D @ L U H L B E D E C B S B H B P L > B WQ C D S L H = E P = L S N L S N D S D B C D S L P D G = J S B C N = E L @ B Y Q P Q @ B G = S S L > D > D S L Z B D E = G B Q E G = P = @ H B E L P D P = @ @ B P D @ B D \ C P L P D ] @ = J B D E = ] > @ D A B E N B L ^ ] H L W= C P L U P D @ B S = P P D B E H D G D P L S = G L = C C = @ = B E C = @ B P D E = J S B C P Q G B G = J S B = A = E P B N O = B E b Q L S N O = H D G D C D E D d e f g h i L S S L > D > D S L Z B D E = j k l C = H > @ = > B WQ B H > D @ P L E P = P @ D A L @ = E Q D A B H D G = S S B N O = > = @ H = P P L E D G B Y D @ E B @ = @ B C Q S P L P B L N N Q @ L P B N O = A = E J D E D > D B B H > B = U J L P B B E H D S P = > S B N B C = P P D @ B G = S S L C D N B = P WL m G L S C B C P = H L > = E C B D E B C P B N D L S S l = G B S B Z B L ] G L S S L C L E B P WL L S S l B C P @ Q Z B D E = j n B N D @ G L E G D Q E > @ D o S = H L N O = L S J B D @ E D G l D J J B p L C U C B S S L q S = C D N B = P WL > D C P U P @ L E C B Z B D E L S B N L @ L P P = @ B Z Z L P = G L o L C C B S B A = S S B G B Y = N D E G B P WL = H D @ P L S B P WL C = H > @ = > B WQ B E H B J S B D @ L H = E P D N D E Q E N D E C = J Q = E P = L Q H = E P D G = S @ L > > D @ P D P @ L L E Z B L E B = > D > D S L Z B D E = L P P B A L ] W= B H > D @ P L E P = C P B H L @ = L G = C = H > B D S l B E G B N = G B G B > = E G = E Z L G = J S B L E Z B L E B L H = G B D P = @ H B E = > = @ > D P = @ N @ = L @ = Q E > @ D U J = P P D > B L E B M N L P D @ = G = S S = C > = C = > = E C B D E B C P B N O = j t Q = C P D W= Q E D G = J S B B E E Q H = @ = A D S B N L H > B B E N Q B > D C C D E D = C C = @ = L > > S B N L P = S = > @ = A B C B D E B G = S S L > D > D S L Z B D E = j v E J = E = @ L S = ] P Q P P B B C = P P D @ B L S B A = S S D G B J D A = @ U E D D E = S > @ B A L P D N O = G = A D E D J Q L @ G L @ = L A L E P B B E H D G D G L > D P = @ L S S D N L @ = B E H L E B = @ L = w N = E P = S = @ B C D @ C = L G B C > D C B Z B D E = D J J B ] E = N = C C B P L E D G B C P B H = > B Q P P D C P D > @ = N B C = G B N D H = J S B B E G B A B G Q B C L @ L E E D G B C P @ B o Q B P B P @ L S = A L @ B = Y L C N = G B = P WL D P @ L G B A = @ C B C P @ L P B \ N B D W= B E N @ D N B G B N L @ L P P = @ B C P B N O = ^ N O = C D E D D J J = P P D G B L E L S B C B = x D G = C P B E L P L @ B G = S S = @ B C D @ C = C P = C C = j < L > @ D G Q Z B D E = G B > @ = A B C B D E B G = H D J @ L M N O = ] P Q P P L A B L ] W= > = @ S D > B WQ N B @ N D C N @ B P U P L L J S B L H o B = E P B L N N L G = H B N B = L J S B y w N B G B z P L P B C P B N L { L Z B D E L S B j { = B > @ B H B ] |

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

metodo dei residui
previsioni demografiche
migrazioni
projection software

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi