Skip to content

Determinazione e ottimizzazione dei percorsi di raccolta per i mezzi di un'azienda di igiene urbana: il caso dell'Amiu di Pordenone

Informazioni tesi

  Autore: Ferdinando Corgnali
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettronica
  Relatore: Walter Ukovich
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 575

Oggetto di studio nella tesi è l’analisi e la ridefinizione dei percorsi di raccolta dei rifiuti solidi urbani in un’area prefissata, più precisamente nel comune di Pordenone. Nel presente lavoro vengono confrontati più algoritmi euristici e viene scelta la soluzione migliore ottenuta in modo da poterla applicare al caso reale sopraccitato.
Questo è solamente il primo passo di una riorganizzazione del servizio di nettezza urbana fornito dall’AMIU, l’azienda di igiene urbana del capoluogo alla destra del Tagliamento, poichè questa azienda si occupa, oltre alla raccolta dei rifiuti solidi urbani, dello spazzamento e della pulizia delle strade, della raccolta differenziata e della raccolta dei rifiuti ingombranti.
Lo scopo finale è quello di creare un piano di supporto alle decisioni automatizzato in modo che sia facilitata la scelta ottimale ad ogni modifica della situazione di base e per ogni attività svolta dall'azienda.
L’idea proviene dal fatto che lo smaltimento dei rifiuti sta assumendo nell’ultimo decennio un’importanza notevole e questa problematica deve impegnare tutta la comunità di uno Stato a partire dai legislatori per finire con i semplici cittadini. Negli ultimi anni la legislazione sulla tutela ambientale e sulla raccolta dei rifiuti urbani sta diventando sempre più restrittiva seguendo le normative europee e rispettando il Decreto Legislativo del febbraio 1997 n. 22 noto anche come “Decreto Ronchi”.
Questo decreto ha introdotto delle modifiche che riguardano sia la classificazione che la gestione dei rifiuti. Caratteristica principale di questa legge fu che nella stesura non si utilizzò più il termine smaltimento, bensì si parlò per la prima volta di gestione e trattamento dei rifiuti. La finalità primaria di questa disposizione è quella di ridurre i volumi dei prodotti destinati all'immagazzinamento in discarica e di aumentare i rifiuti destinati al riciclaggio.
Il sistema di riciclaggio è stato portato alla conoscenza del cittadino soprattutto nell'ultimo periodo tramite le campagne pubblicitarie del governo e grazie alla dislocazione sempre più frequente delle campane e dei cassonetti di raccolta del materiale differenziato presenti in tutti i territori comunali o tramite la raccolta mono o multimateriale porta a porta con cadenza prestabilita attuata in alcuni comuni. Il bene raccolto subisce un trattamento industriale per poter essere riutilizzato; con il Decreto Ronchi si impone che nel 2004 almeno il 35% dei RSU prodotti da un comune sia riciclato.
Il recupero consiste nel poter produrre nuove sostanze da un tipo di scarto chimicamente diverso da quello di partenza, ad esempio la metanizzazione e il compostaggio della frazione umida dei rifiuti composta sia dal verde pubblico e privato sia dai rifiuti organici prodotti dalle utenze domestiche. Altro esempio di recupero è quello del riutilizzo del bene o parti del bene in un’altra sede.
Il sistema di termotrattamento o di termoutilizzazione è un sistema di recente istituzione a causa delle sostanze inquinanti rilasciate nell'ambiente. Questo sistema permette di bruciare i rifiuti per termocombustione sfruttando il loro potere calorifico producendo energia sotto forma di vapore e di energia elettrica. L'energia elettrica prodotta da un chilogrammo di rifiuto varia dai 0,3 ai 4 KWh, mentre il vapore prodotto sempre da un chilogrammo di immondizia è compreso in una forchetta tra 1,2 e 2,3 Kg. Una caratteristica che in Italia ha prodotto una limitazione dell'evoluzione di questa tecnica di smaltimento è l'elevato costo di costruzione e di gestione degli impianti tanto da consigliare l'attuazione del progetto solo in presenza di un elevato quantitativo di rifiuto da trattare. La spesa aumenta perché i fumi emessi dal camino, gli scarichi liquidi e gli scarti solidi prodotti dalla combustione devono essere monitorati in continuo.
L'insieme di questi tre sistemi non estingue il problema dello stoccaggio del rifiuto in discarica, ma permette di ridurre al minimo i quantitativi non riutilizzabili.
Il servizio di raccolta, di stoccaggio e eventualmente di trattamento dei rifiuti è appaltato ad aziende o enti di igiene pubblica che sono interessate ad una riorganizzazione del settore prevedendo una minimizzazione dei costi e una massimizzazione dei profitti derivanti da questa attività. La struttura societaria può essere di tipo privato o di tipo pubblico con capitale regionale, comunale o nazionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IntroduzioneOggetto di studio in questa tesi e l'analisi e la ride nizione dei percorsi di raccolta deiri uti solidi urbani in un'area pre ssata, piu precisamente nel comunediPordenone.Il presente lavoro consiste nel confrontare piu algoritmi euristici e di scegliere lasoluzione migliore in modo da poterla applicare al caso reale sopraccitato.Questo e solamente il primo passo di una riorganizzazione del servizio di nettezzaurbana fornito dall'AMIU, l'azienda di igiene urbana del capoluogo alla destra delTagliamento, poiche questa azienda si occupa, oltre alla raccolta dei ri uti solidiurbani, dello spazzamento e della pulizia delle strade, della raccolta di erenziata edella raccolta dei ri uti ingombranti. Una descrizione piu approfondita di questaazienda verra esposta nel capitolo 2.Lo scopo nale e quello di creare un piano di supporto alle decisioni automatiz-zato in modo che sia facilitata la scelta ottimale ad ogni modi ca della situazionedi base e per ogni attivitasvolta dall'azienda.Descrizione dei capitoliNella seguente ricerca viene trattato un modello di supporto alle decisioni relativoalla formazione dei percorsi per la raccolta dei RSU. Il lavoro e stato diviso in cinqueparti distinte.Nel primo capitolo viene presentata brevemente la situazione attuale della raccol-ta dei ri uti incentrando l'attenzione sulle normative vigenti e sul costo per l'interacollettivita.Nel secondo capitolo si fornisce una descrizione generale dell'azienda di igie-ne pubblica di Pordenone, delle nuove problematiche insorte e della possibilita diampliamento dell'azienda stessa.Nella terza parte si pone il problema nell'ambito della letteratura della ricerca1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gestione operativa
logistica
percorsi minimi
ricerca operativa
raccolta dei rifiuti
controllo dei processi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi