Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La riorganizzazione del settore delle telecomunicazioni in Europa

Nel presente lavoro è stato preso in considerazione il settore delle telecomunicazioni a livello europeo, analizzando soprattutto gli scenari che si sono presentati da dopo la liberalizzazione del mercato.
L’analisi si è principalmente incentrata sulla telefonia fissa, considerando quindi questa parte dei gestori telefonici e del mercato delle telecomunicazioni. L’obiettivo dell’analisi è quello di delineare le caratteristiche principali del processo di riorganizzazione che ha investito questo settore negli ultimi due anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione I Introduzione Nel presente lavoro è stato preso in considerazione il settore delle telecomunicazioni a livello europeo, analizzando soprattutto gli scenari che si sono presentati da dopo la liberalizzazione del mercato. L’analisi si è principalmente incentrata sulla telefonia fissa, considerando quindi questa parte dei gestori telefonici e del mercato delle telecomunicazioni. L’obiettivo dell’analisi è quello di delineare le caratteristiche principali del processo di riorganizzazione che ha investito questo settore negli ultimi due anni. Infatti, l’industria delle tlc si è ultimamente ritrovata alla ribalta nelle cronache quotidiane, inizialmente perché al centro dell’attenzioni di investitori e manager date le buone prospettive di guadagno, poi per la grave crisi che l’ha investita. Il boom della new economy e l’apertura alla concorrenza avevano portato aria nuova in un mercato dominato sino ad allora da un monopolista. In breve tempo si è assistito quindi al proliferare di numerose società, attirate forse da guadagni sicuri, che hanno invaso il mercato. C’è stata poi l’inversione di tendenza: l’improvvisa crisi della new economy, le conseguenti perdite in borsa e la scomparsa di molte società che non avevano né la competenza manageriale né le

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Caterina Mancini Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2815 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.