Skip to content

Nuove frontiere per la valutazione: un possibile approccio per un progetto di iniziativa comunitaria

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Rancan
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze Statistiche, Demografiche e Sociali
  Relatore: Lorenzo Bernardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

La tesi è l’esposizione di un’esperienza di stage sul monitoraggio e sulla valutazione di un progetto complesso appartenente all’Iniziativa Comunitaria "Adattamento della forza lavoro ai mutamenti industriali - Adapt".
Adapt ha come scopo la promozione dell'occupazione e l’adeguamento della forza lavoro alle trasformazioni in atto nel mondo del lavoro e della produzione. Essa intende, quindi, migliorare il funzionamento del mercato del lavoro e sostenere la crescita, l'occupazione e la competitività delle imprese nell'Unione Europea.
Lo stage è stato svolto presso la cooperativa Dieffe che si occupa di formazione professionale.
Il lavoro si è sviluppato su tre fronti principali. Dapprima è stata fatta una ricerca bibliografica sullo stato dell’arte della valutazione, e in particolare sulla valutazione della formazione professionale, ambito principale su cui si sviluppano i progetti di iniziativa comunitaria. In seguito si è proceduto ad analizzare e ad applicare il modello di monitoraggio e valutazione utilizzato dalla cooperativa Dieffe ad un progetto a metà della sua realizzazione. Si è trattato, quindi, di una valutazione in itinere. In contemporanea a quest’esperienza e subito dopo si è proceduto ad analizzare gli aspetti più carenti degli strumenti di rilevazione, cercando di apportare delle migliorie e di individuare gli indicatori adeguati. Tali miglioramenti saranno utili nella valutazione finale dello stesso progetto e nelle azioni di monitoraggio e valutazione di progetti simili negli anni a venire. Dopo l’esame del modello e il monitoraggio e la valutazione del progetto, avendo quindi testato le esigenze del personale preposto alla valutazione, si è tentato di realizzare un programma di gestione delle informazioni e dei dati raccolti utilizzando un database manager system commerciale. L’esperienza è stata fatta a stretto contatto con i responsabili della valutazione della Dieffe, seguendo le loro direttive ed i loro suggerimenti.
Si è agito curando soprattutto i seguenti particolari:
1. adeguamento degli strumenti alle esigenze di valutazione richieste dall’Unione Europea, quindi attenzione alle caratteristiche comunitarie: innovatività, effetto moltiplicatore, approccio ascendente ed orizzontale (capitolo III e IV);
2. individuazione di un elenco di domande per ciascuna fase del progetto in modo che il valutatore possa periodicamente somministrarlo ai responsabili di fase o comunque usarlo come lista mnemonica delle informazioni da raccogliere (appendice II e III);
3. individuazione di una serie di indicatori per ciascuna fase utili a valutare l’efficacia e la qualità di realizzazione del progetto (capitolo V);
4. realizzazione di altri strumenti originali per la valutazione del progetto (capitolo V).
Alla luce del lavoro svolto e dopo aver testato le esigenze dei valutatori, è stato realizzato un programma software per la gestione dei dati raccolti attraverso il monitoraggio e per la compilazione rapida di report contenenti l’insieme delle informazioni raccolte (appendice I).
Suggerimenti per sviluppi futuri
Le migliorie apportate e le ricerche fatte sono andate nelle direzioni auspicate. Gli aspetti che appaiono passibili di ulteriori approfondimenti sono:
· un’organizzazione delle operazioni di monitoraggio più efficienti dal punto di vista temporale anche nella prospettiva di gestione di più progetti in contemporanea attraverso questionari e schede costruiti ad hoc;
· sviluppo di software specifici anche con la possibilità di fare interviste agli operatori del progetto con computer portatili;
· uno studio approfondito di metodi sempre più adeguati per rilevare gli aspetti più caratteristici dei progetti di iniziativa comunitaria: innovatività, effetto moltiplicatore, approccio orizzontale e approccio ascendente;
· la costruzione di uno strumento di indagine che riesca ad integrare la rilevazione di indicatori oggettivamente verificabili con un sistema di giudizio in modo da esprimere un punteggio complessivo sul progetto.
Nonostante gli ampi passi in avanti fatti negli ultimi anni, si ha la sensazione che la valutazione non catturi l’attenzione che meriterebbe. I tentativi fatti per imboccare questa strada sono stati notevoli e sono stati apportati alcuni miglioramenti già tra la prima fase di applicazione dell'Iniziativa comunitaria Adapt e la seconda fase. Manca, comunque, un’adeguata trattazione metodologica e soprattutto strumenti moderni che supportino la valutazione. La speranza è che nei prossimi anni si cerchi di dare risposta a queste esigenze e quindi si percepisca la valutazione come una fase del lavoro avente la medesima importanza delle altre.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “…il lasso di tempo necessario per i cambiamenti culturali è considerevolmente più corto di quello della vita umana, e di conseguenza l’istruzione deve preparare gli individui a fronteggiare delle nuove condizioni …” A.R. Whitehead 1931. Già nel 1931 c’era chi aveva percezione dell’importanza della formazione professionale e della formazione continua in particolare. Negli ultimi anni ci sono stati ingenti investimenti pubblici per la formazione. Nel biennio 1994 - 1996 sono state approvate azioni cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo per un totale di 3489 miliardi. Un così alto ammontare di spesa, che non ha lo scopo di ridistribuire risorse per finalità unicamente sociali bensì di valorizzare e sviluppare le risorse umane, ha portato l’esigenza di valutare tali interventi soprattutto in previsione di investimenti futuri ancora più consistenti. Le pagine che seguiranno sono l’esposizione di un’esperienza di stage sul monitoraggio e sulla valutazione di un progetto complesso appartenente all’Iniziativa Comunitaria "Adattamento della forza lavoro ai mutamenti industriali - Adapt". Adapt ha come scopo la promozione dell'occupazione e l’adeguamento della forza lavoro alle trasformazioni in atto nel mondo del lavoro e della produzione. Essa intende, quindi, migliorare il funzionamento del mercato del

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adapt
fad
iniziative comunitarie
progetti complessi
formazione a distanza
valutazione di progetti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi