Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le a.u.s.l. profili di giurisprudenza contabile

1 - La responsabilità amm.vo – contabile dei dipendenti e funzionari delle A.U.S.L:
- disciplina per i dipendenti: art. 28 D.P.R. 761/79 che richiama il T.U. degli impiegati civili dello Stato D.P.R 10.1.1957 n. 3 e successive integrazioni e modificazioni in ordine al grado di responsabilità;
- per gli amministratori: Legge 142/1990 art. 58;
D.lgs 502/1992 e successive modifiche: l’assunzione della struttura aziendalistica assunta dalle U.S.L. non esclude la responsabilità amministrativo contabile degli organi gestori e dell’apparato sanitario amministrativo per danno all’erario in quanto trattasi comunque di struttura compresa a tutti gli effetti tra le amministrazioni pubbliche in quanto l’attività svolta è diretta all’assolvimento di finalità istituzionali.

2 - La responsabilità del medico: differenze tra procedimento civile e procedimento per responsabilità amministrativo – contabile: diversa valutazione delle responsabilità.
disciplina: la colpa dei medici professionisti, nel processo civile, viene richiesta in grado elevato solo quando la prestazione implichi la soluzione di problemi tecnici di elevata difficoltà (art. 2236 c.c. ) quindi per l’imperizia e non anche per la valutazione della diligenza e della prudenza per la quale è sufficiente la colpa lieve; nel giudizio di responsabilità amministrativo – contabile è invece sempre richiesta la colpa grave, non solo per l’imperizia ma anche per l’imprudenza e la negligenza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Artt. 28 e 97 della Costituzione Gli ambiti della responsabilità verso i soggetti legati alla p.a. sono definiti dalla Carta Costituzionale, che se ne occupa in alcuni articoli. La disposizione fondamentale è contenuta nell’art. 28 in base al quale «I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità si estende allo Stato e agli enti pubblici ». Va ricordato che la responsabilità dei dipendenti pubblici viene anche menzionata nell’art. 97 Cost., il quale afferma (1° e 2° comma) che «I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione Nell’ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari».

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Giorgio Manuti Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1790 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.