Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il canale distributivo elettronico nelle imprese di assicurazione: situazione e prospettive

Il nuovo media della comunicazione in "ambiente virtuale" ha trovato nella globalizzazione dei mercati bancario e assicurativo uno dei più adatti centri di sviluppo. Caratterizzato da un'iniziale inconsapevolezza, il settore assicurativo non ha saputo cogliere subito le opportunità rese possibili dalla rete Internet e dalle sue applicazioni. I primi tentativi di portare la compagnia sulla rete non hanno portato risultati soddisfacenti. Tra le principali cause di questo fallimento, una completa assenza di valore aggiunto al servizio offerto al cliente sulla rete, la semplice presentazione dei prodotti della compagnia, le strutture dei siti mal progettate, la diffusione ancora troppo esigua dell'hardware e della "cultura Internet" nel nostro Paese. A ciò si aggiunge la
natura stessa del prodotto assicurativo, poco standardizzabile e quindi non perfettamente idoneo alla vendita attraverso la rete.
Nella seconda fase di applicazione della tecnologia Internet al settore assicurativo, le compagnie si sono accorte che una semplice riproposizione dell'offerta in un "ambiente" diverso non può bastare per trarre dalla rete un business redditizio.
Le migliori realizzazioni di Commercio Elettronico applicato al settore assicurativo, sono tipiche delle istituzioni finanziarie statunitensi, inglesi e nord-europee. Malgrado la presenza di esperienze particolarmente rilevanti in altri stati, le compagnie italiane non possono ancora seguire tali modelli perché realizzati in mercati caratterizzati da alcune diversità determinanti: diffusione informatica, infrastrutture tecnologiche, bisogni degli assicurandi, regolamenti e disciplina del settore.
La tesi, si propone di esporre lo "stato dell'arte" e i futuri sviluppi del canale distributivo elettronico nelle imprese di assicurazione.
Si è ritenuto opportuno iniziare la ricerca con un'analisi del mercato italiano dell'Information & Telecommunication Technology per settori economici comparata agli altri paesi europei.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Una nuova rivoluzione tecnologica si sta verificando e sta influenzando, con fatti ed eventi, la vita di tutti i giorni. Origine di questa rivoluzione tecnologica è l'introduzione su larga scala della rete Internet e delle sue applicazioni Intranet ed Extranet. A differenza delle precedenti rivoluzioni legate alla tecnologia, in questo caso la caratteristica rilevante è la velocità di espansione del fenomeno. Infatti, la sempre più capillare diffusione della tecnologia Internet presso vastissimi e crescenti strati della popolazione porta ad immaginare trend di sviluppo finora mai verificatisi. Si pensi che, in Italia, il telefono ha avuto bisogno di circa quarant'anni per raggiungere la massa di dieci milioni di utenti, al fax vent'anni, al videoregistratore circa nove anni, al PC sette anni, mentre per Internet ne sono bastati cinque. È significativo sottolineare che tutte le stime, fatte dalle più note società di ricerca e di consulenza, si sono dimostrate errate per difetto. Tuttavia, com'è accaduto per tutte le precedenti rivoluzioni tecnologiche ed epocali, il nostro Paese ha partecipato con notevole ritardo al cambiamento. Basti pensare all'introduzione di alcuni beni di largo consumo come il telefono, la televisione o l'automobile nel dopoguerra italiano.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Marco Sadino Contatta »

Composta da 278 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4278 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.