Skip to content

Domotica: prospettive di diffusione e impatti di una possibile rivoluzione e il punto di vista delle aziende

Informazioni tesi

  Autore: Giuliana Toppi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Tommaso Federici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 260

Difficile pensare a farci preparare il tè o riempire la vasca da bagno dal nostro Pc anziché servirci di lui per scrivere o navigare su Internet?
Per arrivare a tanto non serve essere Bill Gates con la sua villa iper tecnologica da 100 milioni di euro: qualsiasi Pc o Mac ha la potenza necessaria oggi per realizzare alcune delle comodità della casa del XXIV secolo.
E’ la “casa intelligente” il risultato di una grande ondata tecnologica che sta rivoluzionando la struttura della società. Uscita dal computer l’informatica è entrata nelle nostre vite: i sistemi intelligenti, sempre più piccoli e potenti, sono scesi dalle scrivanie per entrarci in tasca e persino nel corpo.
Già, perché quando telecomunicazioni, media, elettronica di consumo, ed informatica convergono grazie alla tecnologia digitale, verso un insieme di prodotti e servizi, si vede trasformato non soltanto il mondo del lavoro e tutto il settore delle comunicazioni, ma arricchite le prestazioni degli oggetti di uso quotidiano: frigoriferi, televisori, interruttori, sistemi di sicurezza, ecc., diventano prodotti “intelligenti” ovvero in grado di comunicare all’interno delle mura domestiche, fra di loro, e verso l’esterno, con gli altri consumatori e con la casa madre.
Merito della domotica, disciplina che offre soluzioni a diverso livello di complessità e di integrazione, dalla gestione della sicurezza all’ottimizzazione dei consumi elettronici, all’automazione dei vari servizi della casa.
Connettersi ed interagire con l’utente sono le parole d’ordine per arrivare alla casa domotica. E allora provare ad immaginare che la lavatrice possa attivare la centrifuga a distanza non è più così fantascientifico anche perché la vera novità della lavatrice on line è la possibilità di utilizzarla senza acquistarla ma limitandosi all’affitto. Ciò ci vede trasformati da acquirenti di prodotto a acquirenti di un servizio.
Ma quando il bene si trasforma in servizio? Quando il valore del bene, dotato di un maggiore contenuto informativo, di maggiore interattività e di continui miglioramenti, è sempre meno nel contenitore materiale e sempre più nell’accesso ai servizi.
Il flusso di informazioni che si viene a generare tra azienda e cliente/utente richiede non tanto di inventarsi nuove regole di mercato, quanto di adottare le strutture organizzative più adeguate per garantire rapporti diretti, veloci e poco costosi.
In questa economia delle connessioni, per prodotti on line occorrono, infatti, fabbriche on line per lo scambio con i fornitori delle informazioni su performance di linee di produzione, e con i clienti per garantire che i prodotti rispondano alle aspettative sia come prestazioni, sia come tempi di consegna, e poter garantire una serie di servizi. Questo tipo di approccio è detto reticolare appunto perché si fonda su un reticolo di relazioni reciproche.
Prima vigeva una netta separazione: l’azienda metteva sul mercato il prodotto e non ascoltava quanto i clienti potevano dire a tal proposito, ora c’è una interazione degli utenti con l’azienda e degli utenti tra loro ovvero una nuova conversazione.
In questo contesto, il possesso dell’informazione assume una rilevanza strategica poiché equivale ad un livello di conoscenza della clientela migliore nonché a fornitura di servizi e prodotti personalizzati. Ciò significa correggere attività di pubblicità e di marketing in grado di rispondere ai bisogni del consumatore.
Se i prodotti sono “intelligenti”, sono più sensibili di quelli tradizionali al trascorrere del tempo: come “piattaforme” a cui è possibile applicare ogni genere di servizio aggiuntivo, si evolvono continuamente arricchendosi di nuove funzionalità.
La contrazione dei processi e l’abbreviazione del ciclo di vita dei prodotti, il costo delle attività di ricerca e sviluppo nell’high tech, insieme ai costi di marketing, hanno spinto numerose aziende a consorziarsi per condividere informazioni, risorse umane e ripartire i costi.
Come ogni rivoluzione tecnologica avvenuta nella storia dell’economia, anche l’affermazione dell’economia della connessione presenta aspetti positivi e negativi se mal affrontati. Inevitabile in questa analisi sarà affrontare la questione della privacy ovvero il rischio di avere un sistema che, come lo spesso citato “Grande Fratello” ci controlli, spii e ci cataloghi a tutto vantaggio delle numerose ditte interessate a conoscere le abitudini dei propri consumatori.
Altra questione legata all’interconnessione totale è il tempo. Alla piacevole visione di poter, grazie alla disponibilità illimitata di informazioni, risparmiare aspetti noiosi della vita quotidiana, si contrappone una visione angosciante legata alla scomparsa del tempo libero senza niente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Difficile pensare a farci preparare il tè o riempire la vasca da bagno dal nostro Pc anziché servirci di lui per scrivere o navigare su Internet? Per arrivare a tanto non serve essere Bill Gates con la sua villa iper tecnologica da 100 milioni di euro: qualsiasi Pc o Mac ha la potenza necessaria oggi per realizzare alcune delle comodità della casa del XXIV secolo. E’ la “casa intelligente” il risultato di una grande ondata tecnologica che sta rivoluzionando la struttura della società. Uscita dal computer l’informatica è entrata nelle nostre vite: i sistemi intelligenti, sempre più piccoli e potenti, sono scesi dalle scrivanie per entrarci in tasca e persino nel corpo. Già, perché quando telecomunicazioni, media, elettronica di consumo, ed informatica convergono grazie alla tecnologia digitale, verso un insieme di prodotti e servizi, si vede trasformato non soltanto il mondo del lavoro e tutto il settore delle comunicazioni, ma arricchite le prestazioni degli oggetti di uso quotidiano: frigoriferi, televisori, interruttori, sistemi di sicurezza, ecc., diventano prodotti “intelligenti” ovvero in grado di comunicare all’interno delle mura domestiche, fra di loro, e verso l’esterno, con gli altri consumatori e con la casa madre. Merito della domotica, disciplina che offre soluzioni a diverso livello di complessità e di integrazione, dalla gestione della sicurezza all’ottimizzazione dei consumi elettronici, all’automazione dei vari servizi della casa. Connettersi ed interagire con l’utente sono le parole d’ordine per arrivare alla casa domotica. E allora provare ad immaginare che la lavatrice possa attivare la centrifuga a distanza non è più così

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

automazione domestica
casa intelligente
domotica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi