Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Iva negli enti locali: il caso del Comune di Ozieri

Dopo una breve introduzione sull’ordinamento contabile ed amministrativo degli Enti Locali, la tesi ha avuto per oggetto, la descrizione dei principi applicativi e degli adempimenti ed obblighi posti a carico del contribuente ai fini IVA. Dopo di che si proceduto allo studio dell’applicazione dell’IVA negli Enti Locali con l’individuazione delle principali problematiche applicative riferite in particolar modo all’individuazione della natura commerciale o istituzionale delle attività esercitate dall’Ente Locale. La tesi si è conclusa con lo studio di un caso pratico in merito all’applicazione dell’IVA nel Comune di Ozieri sito in provincia di Sassari e con la stesura di alcune osservazioni finali in merito all’ottenimento di una maggiore efficienza amministrativa e contabile derivante dalla corretta interpretazione della normativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. Con il D.P.R. del 26 ottobre 1972, n. 633, è stata introdotta nel nostro sistema tributario, al fine di uniformare l’imposizione indiretta, l’imposta sul valore aggiunto, che ha sostituito l’IGE (Imposta Generale sull’Entrata) e le imposte di conguaglio, nonché alcune imposte minori (di fabbricazione e sui consumi). La disciplina dell’imposta in questione ha subito moltissime modificazioni nel tempo, sia per essere adattata alle esigenze comunitarie, sia per le ricorrenti manovre decise dai vari Governi. Il presente studio è stato effettuato in base al seguente iter procedurale: nel primo capitolo si è compiuta una breve ma significativa analisi dell’Ordinamento Contabile Amministrativo degli Enti Locali. In particolare, si è voluto evidenziare l’importante ruolo svolto dall’attività programmatoria, attraverso la quale viene indirizzata l’azione amministrativa e vengono individuate e quantificate le risorse che devono essere utilizzate per il perseguimento degli obiettivi prefissati. Si è proseguito poi, con l’analisi delle principali disposizioni in materia di redazione del bilancio finanziario di competenza, e dei suoi principali allegati. In una fase successiva si è proceduto alla descrizione delle norme che disciplinano l’esercizio dell’attività finanziaria ed economica dell’ente ed in seguito, delle norme che impongono all’Ente Locale la dotazione di mezzi adeguati per la realizzazione di determinate tipologie di controllo, in particolare il controllo di gestione, affidato a strutture interne all’Ente ed il controllo strategico, affidato al Nucleo di valutazione. Con il secondo capitolo si è provveduto alla descrizione delle regole principali che disciplinano i principi di applicazione dell’IVA, mentre il terzo capitolo descrive tutti gli obblighi e gli adempimenti connessi alla sua applicazione. Dopo un discorso generale riguardante lo studio della normativa applicabile nei confronti di tutte le tipologie di contribuenti, con il quarto capitolo si è voluta

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Annalisa Arcai Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4901 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.