Skip to content

Odissea musicale: la colonna sonora di ''2001: A Space Odyssey”

Informazioni tesi

  Autore: Giacomo Livotto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Roberto Pugliese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

Kubrick è forse il regista più analizzato e discusso dalla critica dell’ultimo decennio. Traduzioni di saggi più o meno datati, monografie, testimonianze, forum e dibattiti on line a non finire. Tutti che dicono la loro opinione e tutti che temono di non spiegare completamente, di ripetere ciò che è stato già detto o scritto, di non poter mettere la parola fine. È difficile infatti confrontarsi con chi ha ucciso i ‘generi’ cinematografici (dal film in costume all’horror, dalla guerra alla fantascienza) o ha ribaltato le regole (la manipolazione della colonna sonora in Arancia meccanica, l’orrore luminoso di Shining, il simbolo al posto del mostro che viene dallo spazio in 2001..). Si ha l’impressione che più che un confronto sia un vero e proprio incontro pugilistico. Diretti di storia del cinema, ganci di filosofia e scienza, montanti di storia della musica arrivano da tutte le parti e puntualmente colpiscono.
La colonna sonora di 2001 non è solo un poema sinfonico che richiama Nietzche ed il suo ‘uomo nuovo’ o un balletto che ricorda la Vienna decadente di inizio secolo, ma è anche l’attesa dello spettatore prima che le immagini compaiano sullo schermo, il dubbio e la suggestione per l’apparizione di un extraterrestre e, soprattutto viaggio, viaggio sulla Luna, verso Giove, oltre il finito.
Questa tesi non si propone di analizzare l’opera musicale, tanto meno di verificare con documenti e testimonianze il ‘progetto 2001’. Ciò che interessa è la radice di scelte stilistiche inedite che hanno portato alla realizzazione di un film ‘nuovo’ e di conseguenza un nuovo approccio per lo sguardo dello spettatore.
Basti pensare, ad esempio all’uso del parlato. I dialoghi tra umani sono pochi, piatti e ininfluenti per lo sviluppo della trama. Il film si racconta attraverso il montaggio delle immagini con i suoni, e l’esperienza che ne risulta è del tutto soggettiva.
Ecco perché Kubrick parla di 2001 come "un'esperienza non verbale" che riguarda la vista e l’udito, i sensi opinabili per definizione.
L’impossibilità di spiegare il film su qualsivoglia binario logico ci costringe a guardare verso i sentieri multiformi delle proprie coscienze rischiando di non essere compresi, come quando si racconta animosamente ad un amico il sogno della notte appena passata scoprendo poi che a lui poco interessa perché non sono racconti di vita, ma fantasie liberate dal sonno o dalla veglia dei pazzi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
‘ PRE-MESSA’ Un sabato sera dei primissimi anni Ottanta mi ritrovai, volutamente solo, nel salotto di casa a rimuginare sugli ordini strillati a squarcia gola da mia madre. La discussione, piuttosto sostenuta, era nata dal rifiuto di andare alla messa del giorno a venire. Non che fosse successo alcun che di grave nelle precedenti domeniche, solo non avevo più voglia di alzarmi il mattino con un compito preciso e sempre uguale . “Almanco a domenega!” dissi a mia madre, visto che già da qualche anno andavo a scuola e la cosa che più odiavo era sapere che di li in avanti tutti i risvegli sarebbero stati simili. A me sarebbe piaciuto dormire libero da preoccupazioni e programmi, riaprire gli occhi il mattino senza alcuna sveglia ed addormentarmi la notte per sfinimento. Odiavo sognare, erano quasi sempre incubi quelli che facevo, per cui stavo volentieri a guardare la tv piuttosto di salire in camera da letto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi