Skip to content

L'opera narrativa di Catherine Breillat

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Debbi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Carminella Biondi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 242

Personaggio complesso e controverso, Catherine Breillat è una scrittrice e regista francese che dedica da più di trent’anni la sua opera ad un tema delicato come quello della sessualità e del desiderio femminile. Conosciuta oggi dal pubblico internazionale per aver diretto il film Romance (1999), dove la presenza della pornostar italiana Rocco Siffredi ha contribuito a farlo etichettare come il primo “hard d’autore”, Catherine Breillat ha però iniziato la sua attività artistica pubblicando, nel 1968, il romanzo libertino L’homme facile, tradotto anche in italiano con il titolo L’uomo facile. Lo scandalo suscitato da quest’opera non è stato dovuto soltanto alla presentazione esplicita di scene ed immagini sessuali o ad uno stile narrativo molto vicino alla poesia, ma soprattutto dal fatto che l’imposizione di un divieto ai minori di diciotto anni impedisse, di fatto, alla stessa autrice di leggere il suo romanzo, avendolo scritto all’età di sedici anni. Tra i suoi nove romanzi, figurano anche tre opere dedicate al tema dell’adolescenza, in cui l’autrice spazia dal rapporto difficile e contraddittorio tra la ragazzina e i cambiamenti sconvolgenti ma inevitabili del suo corpo alla perdita della verginità, ponendo sempre l’accento sul concetto di “honte”, di vergogna, tipico sia della fase adolescenziale che della personalità femminile in generale. Il fatto che nessun romanzo di Catherine Breillat, a parte L’uomo facile, sia ancora stato tradotto in italiano rende più difficile l’accostamento all’opera di una scrittrice che tenta sempre di oltrepassare il limite imposto dal pudore della parola, ostentando un interesse quasi ossessivo per la sessualità femminile nella sua dimensione più universale e filosofica. Se il pubblico, sia italiano che francese, non ha ancora una chiara visione d’insieme dell’opera narrativa e cinematografica di Catherine Breillat (i suoi film più recenti sono, ad esempio, A mia sorella! del 2001 e Sex is comedy del 2002) perché la resa commerciale di tali prodotti non è mai molto brillante, anche la critica ha sempre confermato un atteggiamento oscillante tra un interessamento quasi morboso, dovuto soprattutto alla facilità con cui la regista e scrittrice riesce a parlare e a mostrare il sesso, una sostanziale indifferenza e un rifiuto sdegnato.
La tesi si propone due obiettivi principali: da un lato, può essere identificata come la prima monografia esistente su Catherine Breillat, in quanto presenta e analizza tutti i suoi romanzi inserendoli in parti distinte, come quella dedicata alle opere giovanili di rottura e quella concernente la cosiddetta “trilogia dell’adolescenza” tra narrativa e cinema. Oltre ad un’analisi attenta e minuziosa delle tematiche e della scrittura della Breillat, nella tesi sono presenti anche una biografia dell’autrice, una parte dedicata a Romance, il suo film più famoso, un’appendice dedicata al dibattito tra arte e pornografia e una lunga intervista (interamente in lingua francese) con la stessa Breillat da me raccolta la scorsa primavera a Parigi. Da questa monografia emerge chiaramente l’intento di smontare la convinzione generale che gli unici motivi d’interesse per questa artista cinquantenne siano da ricercare nella tematica da lei affrontata per mostrare, attraverso costanti citazioni tratte dai suoi romanzi e dalle sue sceneggiature, e dimostrare la capacità di Catherine Breillat di creare un’opera stilisticamente e linguisticamente originale, frutto di una grande ricerca personale e di un’innata passione per la poesia e la letteratura nelle sue varianti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’OPERA NARRATIVA DI CATHERINE BREILLAT. INTRODUZIONE GENERALE. Come introduzione, si è scelto di presentare un testo scritto da Catherine Breillat e tratto dalla sua antologia di testi erotici, Le livre du plaisir, che si è rivelato particolarmente rappresentativo del suo pensiero e della sua opera, sia letteraria che cinematografica. Dès la naissance, on est condamné. À être d’un sexe ou de l’autre. Et on appartient à son sexe. Je n’ai rien fait pour ça, j’étais encore dans mes langes et ma mère pas relevée de ses couches, quand mon père a filé à la mairie pour déclarer publiquement ma naissance aux officiers ministériels qui ont enregistré ma pornographique identité. Depuis, cela n’a pas cessé de me poursuivre. Je suis du sexe faible. Si faible, si intimement lové qu’ensuite tout s’est passé comme s’il n’existait pas, qu’il n’était que l’héroïque absence de l’autre, celui de l’homme. Enfin il restait une sorte de plaie résiduelle et plus ou moins supurante qu’il fallait dissimuler. Aux autres, et d’abord à soi-même. Car bien sûr à ce prix, nous pouvions fièrement arborer, nous les filles, ce que l’on attribue à notre sexe (pris cette fois en terme générique des personnes), l’apanage de la Beauté par une sorte d’implacable corollaire compassionnel. Comme si nous portions en nous notre portrait de Dorian Gray. Ce masque hideux qui à tout moment peut se plaquer sur notre visage pour peu que nous cessions de jouer ce double jeu avec soi qui met en place le va-et-vient de conscient et de l’inconscient comme une propulsion ondulatoire du désir. Et si l’appréhension faisait partie du plaisir ? Si l’organisation d’une morale stricte mettait en œuvre un terrain refoulé, comme une coulisse de la scène. Si le sexe n’était qu’un théâtre et que ce qui se joue ne soit que la répétition de ce qui s’est inscrit avant : le refoulé. Alors on saura que les bigoteries sont les plus éminentes mères maquerelles du plaisir, pour qui se contente de leurs maisons closes car dehors, dans l’étendue sans limite du plaisir, le dernier continent à découvrir est sexuel 1 . (LDP, pp. 15-16) 1 Il carattere corsivo in cui è stato riportato il testo rispecchia l’ortografia dell’opera.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

romance
cinema
letteratura francese
letteratura erotica
narrativa contemporanea
catherine breillat
cinema erotico
rocco siffredi
letteratura contemporanea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi