Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La libertà politica: Raymond Polin

La tesi ha ad oggetto il concetto di libertà applicato alla moderna società civile, in generale, e, nel particolare, lo sviluppo e l'approfondimento che il pensatore francese Raymond Polin ne ha fatto nelle sue opere principali.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I 1. Comunità politica liberale e contratto sociale. Il problema fondamentale dell’esistenza umana, l’eterno dilemma dell’uomo, il suo dubbio primo, causa di ogni sua azione, è sempre stato, è inutile negarlo, conciliare due esigenze che potremmo tranquillamente definire “fisiologiche”, proprio perché in- dissolubilmente legate alla sua natura: l’esigenza di socializzare e quella di fare ciò che vuole, di essere libero. Storicamente si è potuto constatare che la convivenza di queste due costanti è più o meno realizzabile, seppur con qualche riserva, visto che si tratta pur sempre di una convivenza lasciata alla coscienza e alla sensibilità di ognuno, e, per questo, certamente costellata di incertezze, di errori, di soprusi di pochi ai danni di molti, di diritti compres- si o negati, di meriti non riconosciuti. Questa potrebbe di certo sembrare, ad una prima occhiata, una visione forse pessimistica della realtà umana; in effetti lo è, sia pur come forma di difesa preventiva dalle possibili conseguenze di questa problematica conviven- za, tanto problematica che ha fatto versare, e così farà per sempre, fiumi di inchiostro, in un continuo susseguirsi di discorsi, di tesi, di discussioni a volte feroci, di teorie che, da tali, diventavano inevitabilmente pratiche, di violenze “legittimate” dalla nobiltà della tesi per l’affermazione della quale venivano poste in essere. Il problema della libertà dell’uomo - sia visto singolarmente come arbitro del pro- prio Io, sia considerato in un contesto molto più vasto e complesso quale è certamente la comunità - ha mosso la curiosità e le coscienze di tutti i più grandi pensatori della storia: dai classici greci, che certo ne avevano colto l’aspetto più laico e pragmatico, ai pensato-

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Guglielmo Napolitano Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1695 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.