Skip to content

Messa a punto di un sistema di monitoraggio delle condizioni ambientali per la conservazione dei beni di interesse storico ed artistico. Lo Steri di Palermo

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Cusumano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettrica
  Relatore: Carlo Giaconia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 143

Il Rettore pro-tempore dell’Università degli Studi di Palermo svolge, tra le altre funzioni, anche quella di curatore dei beni architettonici ed artistici di proprietà dello Stato affidati alla custodia dell’Università. Tra i beni di maggior rilievo vi è lo storico Palazzo Steri, sede del Rettorato.
All’interno dello Steri è custodito un rilevante patrimonio storico, artistico ed architettonico, per la presenza degli originali soffitti in legno dipinto considerati dagli studiosi l’opera più insigne della decorazione pittorica del genere prodotta nel secolo XIV in Italia, di vari affreschi e quadri preziosi antichi e moderni, tra i quali la famosa Vuccirìa di Renato Guttuso.Nel corso di un recente convegno tenutosi nella Sala Magna, l’attuale curatore e la Sovrintendenza ai Beni Culturali hanno convenuto sulla necessità di verificare senza indugio lo stato di conservazione delle strutture e degli arredi del Palazzo.
Il Magnifico Rettore, Prof. G. Silvestri, con estrema sensibilità e senso di responsabilità, ha chiesto ad alcuni degli A.A. di espletare indagini e porre in atto le azioni necessarie alla salvaguardia dei beni più preziosi custoditi nello Steri.
Sulla base della letteratura scientifica in materia e della recente norma UNI su “Analisi e valutazione delle condizioni ambientali, termiche, igrometriche e luminose per la conservazione di beni di interesse storico ed artistico”, ha individuato la strumentazione più idonea e pianificato una campagna di misure per il rilievo delle principali grandezze microclimatiche di cui la normativa fissa precisi standard di qualità.
I sensori scelti come più adatti per il tipo di misura da effettuare sono microsensori cordless collegati ad una unità di acquisizione e memorizzazione dei dati.
In laboratorio è stata eseguita la taratura delle apparecchiature di misura e predisposta l’attrezzatura per la fase di indagine preliminare prescritta dalla Normativa.
Nel prosieguo delle attività sarà predisposto il monitoraggio della Sala Magna, della sala delle Capriate, della Sala Carapezza, dello Studio del Rettore e dei prorettori, dove è custodita la Vuccirìa di Guttuso.
I risultati della fase preliminare e di alcuni test saranno presentati ed analizzati in vista dei successivi interventi per il controllo del microclima ambientale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La civiltà di un popolo si misura con il rispetto che esso riserva al suo patrimonio culturale. Purtroppo nessun’opera d’arte può sopravvivere in eterno, sottoposta com’è all’inevitabile corrosione del tempo, ma se ben protetta dai numerosi agenti di degrado, possiamo trasmetterla integra, o almeno nel migliore dei modi, alle generazioni future. Le nuove tecniche di restauro sono in grado di restituire capolavori assoluti, come i dipinti di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova…, al loro stato iniziale, così come erano stati concepiti dall’autore ma da sole non bastano, la conservazione del patrimonio storico-artistico è infatti legata strettamente legata al controllo delle condizioni microclimatiche ambientali. La tesi nasce appunto dalla necessità di tutelare il nostro patrimonio artistico e di consentire la fruizione da parte del pubblico, senza che ciò arrechi danno al bene stesso. Su richiesta della Soprintendenza, il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo, Prof. Giuseppe Silvestri (responsabile dello Steri da quando, nel 1967, l’antico Palazzo divenne sede del Rettorato con “concessione gratuita e perpetua” da parte del Demanio dello Stato), ha affidato l’incarico al Dipartimento di Energetica ed Applicazione di Fisica della Facoltà di Ingegneria,. di monitorare le due splendide sale – l’Aula Magna e la Sala delle Capriate – nonché l’ambiente al primo piano, sede del vicerettorato, dove si trova il dipinto di Renato Guttuso La Vucciria che descrive i colori, la vita, quasi i profumi, dell’antico mercato di Palermo L’Aula Magna è famosa per il celebre soffitto ricoperto da una finissima decorazione pittorica, considerata l’opera più insigne tra quelle prodotte in Italia nel XIV secolo, mentre il Salone delle Capriate è conosciuto per la suggestiva copertura in capriate lignee. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

beni storico artistici
condizioni microclimatiche
monitoraggio ambientale
conservazione dei beni culturali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi