Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le partecipazioni a ''controllo congiunto'': il caso delle joint ventures

La mia tesi parla della problematica interpretativa delle partecipazioni a controllo congiunto, prima dal punto di vista giuridico, poi da un punto di vista economico-aziendale, fino ad arrivare ad un'analisi del trattamento contabile delle stesse. Chiude un esempio esplicativo sul consolidamento delle partecipazioni in esame.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 I N T R O D U Z I O N E Le partecipazioni a �controllo congiunto� rappresentano un argomento di difficile interpretazione. Esse sono spesso state trascurate sia dagli studiosi, sia dal legislatore stesso, il quale non ne ha mai individuato n� una definizione precisa, n� una disciplina adeguata. Il risultato � una quasi totale mancanza di punti di riferimento, soprattutto nell�individuare i casi in cui ricorra il presupposto del �controllo congiunto�. Questi fattori hanno reso ardua la nostra ricerca. L�obiettivo � stato quello di individuare un percorso logico che possa creare una linea di congiunzione fra i pochi punti fermi della disciplina e l�interpretazione di tutto quanto possa risultare poco chiaro al lettore che si imbatte per la prima volta nell�argomento. La scintilla che ha avviato questa ricerca � stata l�unico riferimento di legge abbastanza chiaro, soprattutto nell�individuare un�applicazione legata alla ricorrenza del presupposto del �controllo congiunto�; � l�art. 37 del Decreto Legislativo n. 127/91, che disciplina il metodo proporzionale di consolidamento per le partecipazioni in joint ventures.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Fausto Parisi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5014 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.