Skip to content

Il fenomeno del dropout dai trattamenti nei disturbi del comportamento alimentare

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Pierò
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in psichiatria
Anno: 2002
Docente/Relatore: Giovanni Giacomo Rovera
Istituito da: dipartimento di neuroscienze
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 166

Nel Capitolo 1 viene introdotto l’argomento del dropout dalla psicoterapia e dai trattamenti in genere nei DCA, con particolare riferimento all’eziopatogenesi biopsicosociale di tali disturbi e alle difficoltà metodologiche insite nello studio del processo psicoterapeutico. Lo studio dei dropout, ed in particolare delle caratteristiche correlate all’interruzione precoce della psicoterapia, rappresenta un tentativo innovativo e coraggioso di approfondimento nel campo della ricerca in psicoterapia psicodinamica.

Nel Capitolo 2 viene presentata una ampia sintesi della più recente letteratura riguardante il trattamento farmacologico dei DCA, con particolare riferimento alle difficoltà di interpretazione dei risultati degli studi presentati e delineando le nuove prospettive nell’ambito del trattamento farmacologico dei DCA.

Nel Capitolo 3 viene presentata una ampia sintesi della più recente letteratura riguardante il trattamento psicologico dei DCA, con particolare riferimento alle difficoltà di interpretazione dei risultati degli studi presentati e delineando le nuove prospettive. Nel capitolo vengono presi in considerazione sia trattamenti individuali che di gruppo, sia familiari, e secondo i modelli teorici di riferimento più studiati e perfezionati.

Nel Capitolo 4 viene presentato il trattamento psicologico a cui sono state inviate le pazienti affette da DCA dei due contributi clinici presentati, vale a dire l’Adlerian-Brief Psychodynamic Psychotherapy (A-BPP). Presupposti teorici, indicazioni terapeutiche, obiettivi terapeutici e peculiarità tecniche sono illustrate alla luce delle ricerche condotte sia dai primi studiosi dell’Individual Psicologia di Alfred Adler, sia dei più recenti autori internazionali di formazione Adleriana.

Nel Capitolo 5 vengono illustrati i materiali e metodi utilizzati nei contributi clinici per lo studio delle caratteristiche personali, cliniche e psicometriche associate al fenomeno del dropout.

Nel Capitolo 6 è illustrato lo studio del fenomeno del dropout condotto su di un campione di pazienti anoressiche presso il Centro per la diagnosi e la cura dei DCA dell’Università di Torino.

Nel Capitolo 7 è illustrato lo studio del fenomeno del dropout condotto su di un campione di pazienti bulimiche presso il Centro per la diagnosi e la cura dei DCA dell’Università di Torino. A differenza del primo contributo clinico, nel secondo il tipo di trattamento (combinato psicoterapia-farmacoterapia) poneva peculiari problemi metodologici, che vengono affrontati nel corso della discussione.

Nel Capitolo 8 si sottolineano le implicazioni terapeutiche di un tale tipo di studio e si traggono le conclusioni legate agli aspetti emergenti e a quelli che invece necessiteranno di ulteriori approfondimenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAP. 1 Introduzione I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono gravi condizioni che comportano un’alterazione sia della salute psicologica che fisica. Presentano un’elevata prevalenza nei paesi industrializzati, con un aumento d’incidenza che ha configurato una vera e propria “epidemia sociale” negli anni ’80 e ’90 (Gordon, 1991). I DCA colpiscono prevalentemente le donne, anche se aumentano le evidenze sugli aspetti fenomenologici del disturbo anche nei maschi (Fassino et al., 2001; Fassino, 2002). Il tre percento delle donne sviluppa un DCA nel corso della sua vita. Generalmente i DCA sono caratterizzati da diverse alterazioni del comportamento alimentare così come da angoscia per la forma ed il peso corporeo. L’eziologia di questi disturbi rimane elusiva, nonostante siano stati individuati fattori culturali, ambientali, di sviluppo, biologici e genetici che possono giocare un ruolo nella genesi e nel mantenimento (Fig. 1.1 e Fig. 1.2). Il modello di riferimento è quello biopsicosociale (Engel, 1980), in quanto i DCA sono “patologie in cui è presente un’intricata commistione di fattori causativi corporei, intrapsichici, familiari, e socio-culturali: emblematiche malattie dove mente, corpo, persona, famiglia e gruppo sociale e culturale s’inducono l’un l’altro, segni e simboli sintomi di disagio, angoscia, rabbia, sofferenza e di richiesta di aiuto” (Fassino, 2002).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

compliance
dca
farmacoterapia
psichiatria
psicoterapia
psicoterapia breve
drop-out
disturbi del comportamento alimentare
alfred adler
anoressia nervosa
bulimia nervosa
disturbo da alimentazione incontrollata

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi