Skip to content

Immigrazione e lavoro. Il ruolo degli imprenditori nei processi di inserimento lavorativo e integrazione sociale degli immigrati

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Castellarin
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Marcello Cherini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 222

L’arrivo degli immigrati è ormai considerato un processo strutturale, in cui l’iniziativa delle persone che emigrano in cerca di una vita migliore incontra alcune delle domande del nostro sistema economico. Il volume complessivo del lavoro immigrato nel sistema produttivo italiano continua a crescere, e l’ulteriore bisogno di manodopera è dimostrato dalla richiesta di un consistente aumento delle quote di lavoratori immigrati da parte degli imprenditori.
Questa tesi pone un’attenzione specifica all’inserimento lavorativo degli stranieri e ai problemi legati alla condizione di segregazione professionale, che è diventata una caratteristica peculiare della loro integrazione.
L’obiettivo della tesi è stato quello di affrontare alcuni temi legati all’inserimento lavorativo degli immigrati, ponendo particolare attenzione al punto di vista delle imprese e degli imprenditori, protagonisti di importanza centrale per il ruolo che hanno nel concorrere all’arrivo dei flussi di migranti. Saranno le scelte future di questi soggetti, in merito allo stile di impresa e di lavoro da mantenere e al ruolo da riservare alla manodopera immigrata, che influenzeranno oltre che il modello di sviluppo economico anche gli assetti sociali della nostra comunità.
Ho indagato i comportamenti e orientamenti degli imprenditori, in particolare del Nord-Est, e soprattutto le strategie attraverso le quali affrontano i forti cambiamenti che negli anni sono intervenuti nella composizione e nelle caratteristiche della manodopera disponibile a lavorare nelle loro aziende. Ho cercato di approfondire in particolare la conoscenza delle iniziative che gli imprenditori sono disposti a mettere in campo per favorire l’inserimento lavorativo degli immigrati, e anche di rilevare il loro grado di consapevolezza riguardo ai fenomeni di esclusione, marginalità, segregazione professionale, etnicizzazione del mercato del lavoro.
Per conoscere in maniera diretta la realtà dell’imprenditoria friulana alle prese con l’inserimento di lavoratori immigrati ho scelto, in questa tesi, di realizzare una ricerca empirica, articolata in due fasi.
Innanzitutto ho avuto la possibilità di prendere parte ad una indagine conoscitiva sugli immigrati e sulle imprese della Zona Industriale Ponterosso di San Vito al Tagliamento (PN), realizzata nella seconda metà del 2002 dalla cooperativa sociale “Lilliput”, in collaborazione con il Consorzio per la Zona di Sviluppo Industriale Ponterosso. Ho contribuito direttamente a questa ricerca, partecipando alla raccolta dei dati (attraverso dei questionari rivolti alle imprese e agli immigrati) e all’analisi dei risultati. Il lavoro realizzato dai promotori della ricerca è particolarmente significativo anche per le sue implicazioni concrete: si pone come obiettivo la conoscenza delle esigenze di formazione professionale degli immigrati in vista della realizzazione in breve tempo di un Centro di Accoglienza al Lavoro, ovvero di un ambiente lavorativo e formativo particolare, che consenta una crescita qualitativa della preparazione degli immigrati, per un loro migliore inserimento nel mondo del lavoro.
Nella seconda fase ho realizzato personalmente delle interviste in profondità ad alcuni imprenditori della ZIPR, per conoscere meglio il loro punto di vista e per valutare soprattutto la loro disponibilità generale, e l’esistenza di alcune condizioni indispensabili, per progettare iniziative che contribuiscano, in qualche modo, alla riqualificazione professionale degli immigrati.
Il presente lavoro si articola nel seguente modo:
a. un’analisi iniziale di alcune caratteristiche generali del fenomeno migratorio in Italia.
b. un approfondimento di alcune tematiche importanti che riguardano l’inserimento lavorativo: le reti etniche e i processi di etnicizzazione del mercato del lavoro; la questione della formazione professionale.
c. una breve digressione sulla situazione degli immigrati in Friuli Venezia Giulia.
d. l’analisi del ruolo degli imprenditori: il punto di vista degli imprenditori riguardo alla risorsa immigrati e le prospettive per un ruolo di primo piano di questa categoria sociale nei processi di integrazione sociale degli stranieri oltre che in quelli di inserimento lavorativo; la presentazione dell’indagine Lilliput “Produrre integrazione” sul confronto tra i fabbisogni degli immigrati e delle imprese della Zona Industriale Ponterosso di San Vito al Tagliamento; la presentazione dei risultati della ricerca da me realizzata sul punto di vista degli imprenditori della ZIPR, attraverso delle interviste qualitative ad alcuni imprenditori della zona che hanno alle proprie dipendenze personale immigrato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
"    &          4      "   4    =                "   >    * >            "       =           "            & "   ?"  "         >      4      >         ""      > & "        "  "      "   " " "           " "  >  " #  " >             "        "  "        &        "     *   >  >          "   " &    "? "       "          " "     4  "   "-  ?                        >        "    "    "     5?   "       >"   "  >"    " >       >  "      @   >  &      " &   >   &      &        "               "   "          >   ? "          "           "           "  &              >  "         " &" >           "     >  & ">  &                      >  &  "    >    "     "   *  "     4       "       9  "         > "4 > "      &  "       !5            "            "  >  "    "    >

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

immigrazione
imprenditori
lavoro
sociologia economica
integrazione degli immigrati
segregazione occupazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi