Skip to content

Il falso in bilancio

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Taraborrelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giuseppe Montanara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 171

All'indomani della riscrittura di buona parte dei reati societari da parte del decreto legislativo n. 61/2002, il presente lavoro analizza i reati di false comunicazioni sociali (falso in bilancio) alla luce della vecchia e nuova normativa, soffermandosi sugli aspetti storici, comparatistici, strutturali e di diritto transitorio, quest'ultimi di non semplice soluzione vista l'evidente innovatività dei reati introdotti dal decreto n. 61 rispetto a quello riscritto.
Rispetto al passato, ora vi sono un delitto ed una contravvenzione, oltre ad essere previste per entrambi delle soglie di punibilità che rappresentano un unicum nel quadro delle tecniche di normazione delle fattispecie penali.
Nonostante siano passati diversi anni dalla pubblicazione della tesi, essa costituisce ancora un valido ed attuale ausilio didattico per quanti vogliano comprendere la natura giuridica e sociale di un reato considerato nelle legislazioni in materia penalistica di tutto il mondo un avamposto irrinunciabile a presidio della trasparenza e veridicità delle comunicazioni sociali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I N T R O D U Z I O N E SOMMARIO: 1. Premessa. � 2. La riforma del diritto penale societario: il �precedente� Mirone. � 3. Il nuovo falso in bilancio. � 4. Spunti comparatistici. 1. La fattispecie di falso in bilancio (rectius: false comunicazioni sociali, reato previsto dagli artt.2621 e 2622 del codice civile, cos� come novellati dal decreto legislativo 11 aprile 2002 n.61) scuoteva, nella sua vecchia formulazione, i sonni di amministratori delegati e sindaci di societ� da meno di dieci anni, da quando le indagini delle Procure di mezza Italia sono entrate in fibrillazione sull�onda degli scandali di �Tangentopoli�. Come tutti sanno, le inchieste di quel periodo hanno evidenziato come i rapporti tra i maggiori esponenti della vita economica del Paese e la classe politica di allora, fossero caratterizzati da un diffuso ricorso al malaffare e alla corruzione elevatosi a vero e proprio sistema. Fondi neri di societ� drenati dalle casse sociali per finanziare partiti o pagare �mazzette� 1 , il tutto ottenuto attraverso una serie di spericolate manomissioni sui bilanci societari. Sicch�, proprio in quanto il bilancio, come � stato scritto 2 , �registra l�essere, non il dover essere�, si presta a esplicitare tanto i fatti leciti quanto quelli che leciti non sono: cos�, nell�esperienza giudiziaria la contestazione del reato in questione ha costituito l�anello mancante di indagini scaturite dalla confessione di una corruzione o di un illecito finanziamento ai partiti, alle quali mancava per� la prova documentale che attestasse la destinazione a fini illeciti del danaro 3 . Una sequenza ben nota agli stessi magistrati del pool Mani Pulite, se tra le loro �proposte in materia di prevenzione della corruzione e dell�illecito finanziamento di partiti�, annoveravano all�art.12 quella di non punire, a particolari condizioni, chi avesse commesso il reato previsto dall�art.2621 n.1 c.c. �al fine di eseguire o di occultare il reato di corruzione o illecito finanziamento di 1 Per una casistica degli impieghi di fondi extracontabili, si veda G(herardo) COLOMBO, Fondi extra bilancio e interesse sociale, in Contratto e impresa, 1997, 255 ss. 2 G(iovanni) E. COLOMBO, La moda dell�accusa di falso in bilancio nelle indagini delle Procure della Repubblica, in Riv. soc., 1996, 722. 3 Denota �l�inversione rispetto al consueto rapporto di �pregiudizialit�� tra reati economici (massimamente di natura formale e, dunque, in linea di principio, di pi� facile accertamento) ed ipotesi delittuose contenute nel codice penale�, FLICK, Responsabilit� penali dell�imprenditore indagato per tangenti, nell�ottica dei reati societari e fallimentari, in Riv. it. dir. proc. pen., 1994, 1449.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto societario
diritto penale commerciale
falso in bilancio
false comunicazioni sociali
riforma diritto societario
tangentopoli
berlusconi
mani pulite
decreto legislativo 61/2002
diritto penale economia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi