Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendere a distanza: analisi, progetto e sviluppo del server di MultiCom II

La società moderna è sempre più caratterizzata da una rapida evoluzione e diffusione di tecnologie innovative; in particolare, in ogni ambiente il computer sta rivoluzionando il modo in cui svolgiamo anche i compiti più semplici.
Lo sviluppo più significativo degli ultimi venti anni riguarda il sistema delle telecomunicazioni. Gli strumenti elettronici e telematici fanno ormai parte della vita quotidiana, agevolando l’interazione fra soggetti lontani anche migliaia di chilometri.
I programmi per l’e-learning nascono come evoluzione dell’apprendimento a distanza e, ispirandosi ai concetti del costruttivismo, dovrebbero fornire al discente e al docente tutti gli strumenti necessari alla creazione, pubblicazione e fruizione del materiale didattico, nonché i mezzi atti ad interagire con altri individui, immergendo tutte queste azioni in un ambiente personalizzato, adattato alle necessità ed alle capacità dei singoli utenti.
Nelle piattaforme di e-learning esistenti non sempre vengono soddisfatte tutte le esigenze appena esposte. Lo scopo di questa tesi è stato quello di progettare ed implementare una piattaforma per l’e-learning MultiCom II che si basi effettivamente sul modello costruttivista. Partendo da una prima versione prototipale di MultiCom e studiando le problematiche relative all’insegnamento/apprendimento abbiamo realizzato MultiCom II. L’obiettivo di questa piattaforma è quello di arricchire la didattica tradizionale, non di sostituirla. Infatti, siamo fortemente convinti dell’insostituibilità del rapporto personale che ha luogo durante la didattica in aula e della non replicabilità delle esperienze dal vivo in laboratorio.
Nell’ambiente in cui si inserisce la piattaforma che abbiamo progettato, lo studente può apprendere sia dalle lezioni tradizionali che da quelle in formato elettronico. Può di conseguenza reperire le informazioni che lo interessano in qualsiasi momento o luogo in cui ne abbia necessità. In realtà, oltre ad avere a disposizione la versione elettronica del materiale didattico, egli dovrebbe essere in grado di mantenere il contesto didattico cui esso fa riferimento. MultiCom II ha una architettura client-server che, unita alla indipendenza del client da servizi web, permette di soddisfare tale esigenza sia on-line che off-line. Gli utenti sono perciò in grado di lavorare senza il vincolo di essere collegati alla rete.
Le modifiche effettuate in assenza di connessione vengono spedite al server quando questa viene riattivata. Tali modifiche prevedono la personalizzazione degli ambienti e dei percorsi formativi: questi ultimi costituiscono uno degli elementi che ci contraddistingue dalle altre piattaforme per l’e-learning. Grazie alla politica degli accessi adottata, che prevede che tutti i corsi disponibili su MultiCom II sono consultabili da chiunque abbia accesso alla piattaforma descritta, uno studente è in grado di consultare il materiale didattico di qualsiasi corso, ed è in grado di creare collegamenti tra lezioni di corsi diversi, costruendosi così un percorso formativo basato sulle proprie conoscenze ed esperienze, che integra punti di vista eventualmente diversi rispetto agli argomenti studiati.
La possibilità di personalizzare questi percorsi verrà sfruttata al meglio una volta terminato l’editor del materiale didattico. Infatti, come obiettivo di questa tesi ci siamo posti anche la creazione di un editor della struttura di un corso, che permetta al docente di progettare, tramite un programma di editing visuale, diversi percorsi formativi. Unito ad un editor di contenuti che verrà sviluppato in futuro, costituirà un editor di materiale didattico che, integrato in MultiCom II, permetterà un alto grado di personalizzazione del processo formativo.
Ultimo obiettivo che ci siamo posti, ma non per questo meno importante, è la totale indipendenza di MultiCom II rispetto alla piattaforma hardware/software su cui viene eseguito: l’utilizzo di Java e XML permette al nostro programma di essere completamente portabile e multipiattaforma.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La societ� moderna � sempre pi� caratterizzata da una rapida evoluzione e diffusione di tecnologie innovative; in particolare, in ogni ambiente il computer sta rivoluzionando il modo in cui svolgiamo anche i compiti pi� semplici. Lo sviluppo pi� significativo degli ultimi venti anni riguarda il sistema delle telecomunicazioni. Gli strumenti elettronici e telematici fanno ormai parte della vita quotidiana, agevolando l�interazione fra soggetti lontani anche migliaia di chilometri. Non pu� rimanere immune a questo vento di cambiamento l�ambiente didattico; dopo la rivoluzione che tra il diciannovesimo ed il ventesimo secolo ha trasformato l�istruzione da privilegio per pochi a diritto di molti, il processo evolutivo della didattica si � quasi fermato. Lo sviluppo degli strumenti utilizzati dai docenti ha permesso di variare le modalit� di insegnamento, passando dalla didattica frontale a quella a distanza, ma nonostante gli studi sull�apprendimento abbiano compiuto notevoli passi in avanti, il modello utilizzato rimane quello comportamentista, che prevede il docente come figura centrale del processo formativo [Pavlov, 1903]. Invece, verso la met� del ventesimo secolo, si sono affermate le teorie cognitiviste, che hanno spostato l�attenzione sul come i concetti vadano insegnati/appresi, senza per� fornire ai concetti stessi un�adeguata contestualizzazione [Crowder, 1960]. Infine il costruttivismo, alla met� del ventesimo secolo, ha riconosciuto nel discente il fulcro del processo di apprendimento. Vengono ritenuti fondamentali per ottenere i risultati migliori

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Enrico Paolo Lelli Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1357 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.