Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo di acquisto delle imprese industriali nella logica virtuale. Il caso Nylstar

L'oggetto di questo lavoro consiste nell’analisi dei processi di acquisto delle imprese industriali che si espletano con il supporto delle nuove tecnologie.
La tecnologia Web rappresenta, però, soltanto uno strumento per il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dei tradizionali processi di acquisto.
Ciò significa che prima di analizzare le nuove tecnologie, è opportuno, innanzitutto, capire il come e il perché l’attività di approvvigionamento si è trasformata nel tempo, diventando sempre più difficile da gestire, poi capire come al suo interno è organizzato un tradizionale processo di acquisto, evidenziando come il suo diverso grado di complessità dipenda da svariati fattori, e infine, con riferimento a quest’ultimo, evidenziarne le principali criticità in termini di efficienza e di efficacia (primo e secondo capitolo).
Solo dopo aver chiarito questi aspetti, la trattazione prenderà in considerazione le nuove tecnologie Internet che in qualche modo, come possibili strumenti di miglioramento dei processi intra e inter-aziendali, potrebbero consentire di superare le criticità esaminate nel primo capitolo (terzo capitolo).
Nel quarto capitolo, invece, sulla base di ciò che è emerso dai precedenti capitoli, l’attenzione si concentrerà in maniera più specifica sull’analisi del possibile impatto strategico ed operativo di questi nuovi strumenti sulle diverse fasi del tradizionale processo di acquisto, tenendo anche conto delle difficoltà ad effettuare l’acquisto on-line dei beni più complessi, per i quali le imprese preferiscono ancora il contatto personale.
Nel capitolo quinto, infine, saranno affrontati i maggiori ostacoli da superare all’interno e all’esterno di un’organizzazione industriale, affinchè queste nuove tecnologie possano effettivamente servire per migliorare i livelli di efficienza e di efficacia dei processi tradizionali.
A corredo di questa trattazione verrà anche presentato uno specifico caso aziendale relativo ad un’azienda manifatturiera multinazionale, la Nylstar, joint venture di SNIA e Rhodia, creata nel 1994 (sesto capitolo).
I modelli teorici di riferimento in base ai quali il contenuto della trattazione sarà sviluppato, sono sostanzialmente due.
Il primo è quello della catena del valore di Porter, nella quale la funzione di approvvigionamento, considerata come attività di supporto, si compone di diversi gruppi di attività creatrici di valore e, quindi, importanti per l’acquisizione del vantaggio competitivo.
Uno di questi gruppi di attività è rappresentato proprio dal processo di acquisto che riesce a creare maggior valore per i diversi stakeholders, e quindi possibilità di nuovi vantaggi competitivi, soltanto quando viene aumentato sia il suo livello di efficienza, attraverso la riduzione dei suoi costi complessivi, sia il suo livello di efficacia, attraverso la migliore interazione con i mercati di fornitura.
L’altro modello di riferimento è rappresentato dalla matrice di Kralijc, la quale attraverso l’utilizzo di due variabili fondamentali, l’ una interna e l’ altra esterna, ci consente di comprendere come, a seguito dell’evoluzione dei mercati di fornitura, il processo di acquisto abbia assunto un diverso grado di complessità, a seconda del tipo di materiale acquistato.

Mostra/Nascondi contenuto.
La tecnologia informatica sta influenzando la catena del valore in ogni punto e sta trasformando il modo in cui le attività del valore sono svolte, così come la natura dei collegamenti che intercorrono tra di loro. Sta anche incidendo nell’ambito competitivo e sta rimodellando il modo in cui prodotti vanno incontro all’acquirente. Questi sono gli effetti di base che spiegano il perché essa sta acquisendo una grossa valenza strategica…………… Michael Porter Il processo di acquisto industriale rappresenta un sottoinsieme di attività relativo alla più ampia attività di approvvigionamento. Negli anni passati, gli è stata dedicata sempre poca attenzione nell’ambito degli studi di economia aziendale, considerata la sua scarsa importanza da un punto di vista strategico. Gli studi sugli approvvigionamenti, infatti, hanno riguardato prevalentemente gli aspetti logistici della funzione, considerati più strategici rispetto alle attività vere e proprie di acquisto (ricerca, selezione e negoziazione con i fornitori). Introduzione

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Anna Napolitano Contatta »

Composta da 309 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3676 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.