Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto d'autore in Internet

Introduzione
Questo lavoro vuole essere un contributo nel dibattito sempre più frequente e pressante sul diritto d’autore in Internet: l’accostamento di questi due termini sembra essere sempre più problematico a causa della diffusione capillare di Internet, un mezzo di comunicazione che ha stravolto gli equilibri dei tradizionali media.
Partendo da una supposizione, ovvero che il Web può essere ritenuto un’opera multimediale di gigantesche proporzioni, si è cercato di definire cosa sia un’opera multimediale e quali problematiche implichi il fatto che l’opera multimediale venga pubblicata su Internet.
Nel capitolo 1 abbiamo affrontato lo sviluppo di due fenomeni: lo sviluppo della disciplina giurisprudenziale in materia di diritto d’autore - accennando anche alle basilari divergenze tra i paesi di common law e di civil law – e la nascita di Internet e la sua rapida diffusione capillare a livello mondiale.
Nel capitolo 2 abbiamo accennato i concetti fondamentali della giurisprudenza e abbiamo analizzato le normative vigenti a livello nazionale ed europeo e i trattati esistenti a livello internazionale.
Nel capitolo 3 abbiamo preso in considerazione degli esempi di iniziative volte alla condivisione di materiali di natura diversa: abbiamo cercato di spiegare, attraverso alcuni casi significativi, il carattere democratico di Internet.
Nel capitolo 4 abbiamo motivato la scelta di catalogare l’opera multimediale all’interno delle opere letterarie, abbiamo poi affrontato le problematiche connesse a Internet, individuando le caratteristiche proprie di questo mezzo di comunicazione che hanno messo in crisi gli equilibri esistenti.
Nel capitolo 5 abbiamo riassunto i principali punti di vista in materia e ci siamo soffermati su due iniziative legislative, una statunitense, l’altra europea, che affrontano il problema della libertà in Internet con normative molto restrittive, norme che vanno in direzione opposta rispetto al percorso suggerito dai teorici.
Infine nel capitolo 6 abbiamo applicato le conoscenze acquisite e abbiamo dimostrato la nostra tesi attraverso il caso di Millumino, una rivista letteraria on-line, un chiaro esempio della possibilità di divenire autori in rete e della facilità con cui ci si espone ai pericoli derivanti da questa libertà.
Il nostro punto di arrivo è un ipotetico punto di equilibrio tra limitazione della libertà e libertà assoluta: lo scopo finale è di tutelare l’iniziativa privata e salvaguardare la vera essenza di Internet.
Non vogliamo negare ad altri la possibilità di usufruire delle innumerevoli risorse del Web, d’altro canto vogliamo veder tutelati anche gli interessi dell’autore e di coloro che utilizzano il Web senza considerare necessario il risvolto economico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questo lavoro vuole essere un contributo nel dibattito sempre più frequente e pressante sul diritto d’autore in Internet: l’accostamento di questi due termini sembra essere sempre più problematico a causa della diffusione capillare di Internet, un mezzo di comunicazione che ha stravolto gli equilibri dei tradizionali media. Partendo da una supposizione, ovvero che il Web può essere ritenuto un’opera multimediale di gigantesche proporzioni, si è cercato di definire cosa sia un’opera multimediale e quali problematiche implichi il fatto che l’opera multimediale venga pubblicata su Internet. Nel capitolo 1 abbiamo affrontato lo sviluppo di due fenomeni: lo sviluppo della disciplina giurisprudenziale in materia di diritto d’autore - accennando anche alle basilari divergenze tra i paesi di common law e di civil law – e la nascita di Internet e la sua rapida diffusione capillare a livello mondiale. Nel capitolo 2 abbiamo accennato i concetti fondamentali della giurisprudenza e abbiamo analizzato le normative vigenti a livello nazionale ed europeo e i trattati esistenti a livello internazionale. Nel capitolo 3 abbiamo preso in considerazione degli esempi di iniziative volte alla condivisione di materiali di natura diversa: abbiamo cercato di spiegare, attraverso alcuni casi significativi, il carattere democratico di Internet. Nel capitolo 4 abbiamo motivato la scelta di catalogare l’opera multimediale all’interno delle opere letterarie, abbiamo poi affrontato le problematiche connesse a Internet, individuando le caratteristiche proprie di questo mezzo di comunicazione che hanno messo in crisi gli equilibri esistenti. Nel capitolo 5 abbiamo riassunto i principali punti di vista in materia e ci siamo soffermati su due iniziative legislative, una statunitense, l’altra europea, che affrontano il problema della libertà in Internet con normative molto restrittive, norme che vanno in direzione opposta rispetto al percorso suggerito dai teorici. Infine nel capitolo 6 abbiamo applicato le conoscenze acquisite e abbiamo dimostrato la nostra tesi attraverso il caso di Millumino, una rivista letteraria on-line, un chiaro esempio della possibilità di divenire autori in rete e della facilità con cui ci si espone ai pericoli derivanti da questa libertà. Il nostro punto di arrivo è un ipotetico punto di equilibrio tra limitazione della libertà e libertà assoluta: lo scopo finale è di tutelare l’iniziativa privata e salvaguardare la vera essenza di Internet. Non vogliamo negare ad altri la possibilità di usufruire delle innumerevoli risorse del Web, d’altro canto vogliamo veder tutelati anche gli interessi dell’autore e di coloro che utilizzano il Web senza considerare necessario il risvolto economico.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Barbara Melis Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16675 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.