Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interdipendenza emotiva: per una prospettiva cognitiva sulle emozioni

La tesi si propone di analizzare le motivazioni dell'Agire Sociale attraverso l'investigazione delle principali caratteristiche dell'individuo in quanto tale, in quanto essere Biologico ed essere Sociale, e cioè: provare Emozioni e Sensazioni, vivere "in Gruppo", sviluppare una Cultura. Solo la commistione analitica di tali elementi ci permette di comprendere le reali motivazioni dell'agire sociale consapevole.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Con questo progetto di tesi intendo analizzare il comportamento sociale attraverso un approfondimento teorico delle dimensioni precipue (emozioni; cognizione; cultura e agire sociale) caratterizzanti l’organismo umano in quanto tale. Nel corso della storia non sono mai mancati tentativi di definire l’essere umano e di fissare i contenuti della vita umana, in modo da attribuire ad essa un significato. Sacerdoti, artisti e filosofi se ne sono occupati da millenni. Alle dottrine rivelate delle religioni si sono così contrapposti i tentativi di investigare la natura umana mediante l’osservazione e l’introspezione, basati cioè su esperienze reali e sull’ausilio della ragione. Con la teoria dell’evoluzione la biologia ha inoltre aperto nuove prospettive, scuotendo alla base la visione antropocentrica del mondo. Inserito nel contesto generale di un processo evolutivo, l’uomo ha così preso coscienza della propria eredità animale. Se l’uomo era considerato da alcuni come una specie animale fra le tante, una “scimmia nuda”, come l’ha definito in modo volutamente provocatorio Desmond Morris, altri, al contrario, ritenevano che durante la sua evoluzione l’uomo si fosse così elevato sopra gli animali da non avere più nulla in comune con essi. Attraverso l’evoluzione culturale egli si sarebbe addirittura staccato dall’evoluzione biologica. Il conflitto fra queste due posizioni ideologiche, tuttavia ingiustificato, ha portato ad un irrigidimento dei rispettivi punti di vista. L’eredità biologica determina il comportamento umano in ambiti ben precisi, ma è altrettanto vero che soltanto l’uomo dispone di un linguaggio verbale; è inoltre certo che solo l’uomo può venire indicato come essere dotato di cultura, anche se alcuni primati ne mostrano già modesti segni. Arte, ragione ed etica, come pure apertura mentale e versatilità, sono ulteriori manifestazioni che caratterizzano la natura umana, sulla cui peculiarità nessun biologo ragionevole pone dei dubbi. D’altra parte, è importante conoscere qualcosa anche intorno agli schemi primitivi d’azione-reazione che determinano il nostro agire, e non comportarsi semplicemente come se questi non esistessero. Proprio nell’ambito del comportamento sociale siamo infatti meno liberi di quanto si creda.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniele Roncolini Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7345 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.