Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Psicologia ambientale e progetto Bicocca

La tesi si colloca nell’ambito degli studi di Psicologia Ambientale, ovvero di quel settore della psicologia che si occupa delle relazione fra individuo e ambiente, costruito e naturale.
Il lavoro si compone di due parti: una teorica e l’altra empirica. Nella prima vengono passati in rassegna i contributi della letteratura sul tema: si descrivono le origini della Psicologia Ambientale e i suoi rapporti con discipline quali l’architettura e la geografia, confrontando nel contempo i contributi classici della psicologia relativi agli studi sulla percezione e psicologia sociale. In seguito vengono approfondite le principali tematiche attuali. In questo contesto si citano anche discipline come la bioarchitettura e le conoscenze orientali del Feng Shui.
Nella seconda parte, invece, viene presentata una breve ricerca esplorativa su un ambiente costruito: il nuovo quartiere Bicocca alla periferia nord di Milano. In particolare, si è voluto indagare il rapporto che gli abitanti e gli studenti frequentanti la nuova sede dell’Università degli Studi, qui collocata, hanno con tale ambiente.
Alla luce delle ricerche effettuate in passato da autori quali Lynch, Milgram e Jodelet, e sulla base della teoria delle rappresentazioni sociali di Moscovici, ci si è voluti focalizzare proprio sulla rappresentazione sociale del luogo Bicocca. Per raggiungere tale scopo è stata fatta un’analisi del contenuto (Losito, 1996) di vari articoli di quotidiani e giornali studenteschi, confrontati con il parere degli esperti.
I risultati ottenuti confermano l’importanza dell’ambiente nella vita quotidiana dell’uomo e il contributo che la psicologia può fornire a discipline apparentemente del tutto lontane dal suo ambito, come l’architettura, la pianificazione del territorio e l’ingegneria.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 RIASSUNTO L’ambiente ha un ruolo fondamentale nella vita di ognuno: da sempre la psicologia si è occupata della sua influenza sullo sviluppo della personalità, sul pensiero e sul comportamento. Sia l’ambiente, inteso come il contesto sociale, culturale e relazionale in cui siamo inseriti, che l’ambiente naturale e costruito hanno degli effetti che la psicologia non può trascurare. La psicologia ambientale come nuovo settore di ricerca nasce tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60 per affrontare nello specifico queste tematiche e per dare una risposta alle domande poste agli psicologi da diversi ambiti disciplinari: urbanistica, medicina, architettura e geografia. La prima parte di questa tesi offre una panoramica degli studi di psicologia ambientale considerati in rapporto ai contributi di alcun autori classici della disciplina, come Lewin. Una delle tematiche importanti riguarda la valutazione e soddisfazione degli individui nei confronti del proprio ambiente, e, in particolare, il rapporto fra i cittadini e la propria città o quartiere. La seconda parte della tesi si sofferma su questo aspetto con un prima breve ricerca esplorativa sul rapporto fra il nuovo quartiere Bicocca, il campus, e chi li abita come studente o cittadino, volta a delineare la rappresentazione sociale del luogo creatasi nell’immaginario di questi soggetti, confrontando tale rappresentazione di senso comune con il parere degli esperti.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Silvia Oggiano Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13387 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.