Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Hans Fallada e il suo ''Kleiner Mann, was nun?'' nel 2003. Una traduzione rivisitata

La tesi presenta l'opera più importante dello scrittore tedesco degli anni Trenta Rudolf Dietzen, più noto con lo pseudonimo di Hans Fallada. La tesi consta di una traduzione delle parti più significative del romanzo, ignorate in una precedente edizione italiana del 1933 e di una breve introduzione sullo sviluppo della traduttologia dagli anni Trenta a oggi, nonché un rapido excursus delle pratiche censorie del governo Fascista nei confronti di tematiche allora considerate "scomode".

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Chi legge più E adesso pover’uomo di Hans Fallada?” 1 . Con questa domanda Beniamino Placido intendeva porre all’attenzione dei suoi lettori un fenomeno a sua volta denunciato da Enzo Biagi: “la fragilità della nostra memoria storica” 2 . Scrittori testimoni di un’ epoca, che conobbero un immediato successo subito dopo la pubblicazione, ora divengono oggetti di polemica letteraria, relegati al massimo tra le biblioteche delle università. Inutile cercare questi romanzi tra gli scaffali di una libreria. Su di essi è impresso il marchio del “Fuori commercio”. Avendo conosciuto e letto questo romanzo grazie ad un interessante corso sulla letteratura e la cultura tedesche dei primi decenni del ventesimo secolo, il quesito di Placido ha rappresentato uno stimolo ad approfondire l’argomento mediante la lettura del romanzo in lingua originale. Ciò che è apparso ai miei occhi era totalmente diverso dalla triste vicenda quasi ai limiti del patetico del “piccolo uomo” protagonista. Alle sue spalle erano già nettamente definibili gli spettri di un futuro che, nella traduzione italiana, erano stati volutamente trascurati. 1 Beniamino Placido, “Una coppia di agnellini, o due nazisti?”, Repubblica, 16-3-1997, p. 29. 2 Ibidem.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Sabrina Del Buono Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1278 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.