Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un esempio di collaborazione tra museografia e resturo: l'allestimento degli spazi espositivi della Reggia di Veneria Reale all'interno del progetto di restauro e valorizzazione del Circuito delle Residenze Sabaude

La Reggia di Venaria è l’opera più imponente di quel complesso di architetture e parchi che costituiscono la “corona di delitie” del sistema di residenze di corte, palazzi di caccia e splendide dimore che circondano Torino. L’intervento di recupero della Venaria Reale costituisce ad oggi, il più importante progetto europeo per il restauro e la valorizzazione di un bene culturale: l’intervento si concentra in una vasta area che va dalla Reggia con i suoi molteplici corpi di fabbrica, ai Giardini, dal Borgo Castello del Parco della Mandria, alla Cascina Rubianetta.
La grande fabbrica dei cantieri della Reggia di Venaria Reale e del Borgo Castello della Mandria è stata avviata nel mese di settembre del 1999.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La Reggia di Venaria è l’opera più imponente di quel complesso di architetture e parchi che costituiscono la “corona di delitie” del sistema di residenze di corte, palazzi di caccia e splendide dimore che circondano Torino. L’intervento di recupero della Venaria Reale costituisce ad oggi, il più importante progetto europeo per il restauro e la valorizzazione di un bene culturale: l’intervento si concentra in una vasta area che va dalla Reggia con i suoi molteplici corpi di fabbrica, ai Giardini, dal Borgo Castello del Parco della Mandria, alla Cascina Rubianetta. La grande fabbrica dei cantieri della Reggia di Venaria Reale e del Borgo Castello della Mandria è stata avviata nel mese di settembre del 1999. La prima fase ha previsto l’inizio dei lavori per la realizzazione del Centro del Restauro, del Centro del Cavallo, del Borgo Castello e del Centro Natura e Paesaggio. Oggi, dieci cantieri, cinquanta imprese, decine di architetti e ingegneri, centinaia di addetti ed operatori del settore, sono impegnati su un’area complessiva di oltre 950.000 mq. Per consentire l’organizzazione logistica ed operativa sono stati realizzati, tra l’altro, un sistema di viabilità interna, un’area per il montaggio dei prefabbricati destinati agli uffici ed agli spazi per gli addetti ai lavori e un’area di sosta provvisoria per decine di mezzi. Strade, uffici, alloggi, mense sono di fatto una vera e propria città nella città, un cantiere nel cantiere.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Francesca Tabusso Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3622 click dal 29/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.