Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Criminalità ed economia: la mafia in America

Il termine “crimine organizzato” consta di due parole in un certo senso contrastanti. Infatti “crimine” è la definizione di un atto illegale che spesso, ma non obbligatoriamente va contro le norme e la morale di una società.
Gli atti criminali sono considerati un qualcosa di aberrante, un’eccezione alla regola, un qualcosa di puramente casuale e le persone che li commettono sono relegate ai margini della società. D’altro canto l’aggettivo “organizzato” significa “avere un’organizzazione formale atta a coordinare e portare a termine determinate attività”. Un’organizzazione che di solito implica la presenza di un codice di comportamento scritto e non, da rispettare, ed un insieme di sanzioni per chi lo viola. Quindi anche le organizzazioni illegali hanno una propria struttura organizzata, una parvenza di legalità ed una certa cultura alla base. La contraddizione nel termine “crimine organizzato” si evidenzia pertanto nel fatto che le organizzazioni criminali non possono essere considerate come meri fenomeni individuali ed isolati, ma piuttosto rappresentano una continua sfida alla legalità, allo stato e se è possibile allo stesso sistema politico. Ma le relazioni tra gang e le autorità sono state solo raramente antagoniste.
Differenti opinioni sono state fornite relativamente al termine “criminalità organizzata” alcuni studiosi sostengono che essa non sia mai realmente esistita, altri invece lo attribuiscono a particolari forme di criminalità importate negli Stati Uniti dagli emigranti irlandesi, italiani ed ebrei.
Proprio dagli italiani ha origine il termine “Mafia” che si è prestato nel tempo a differenti interpretazioni.
In arabo tale termine significa “rifugio” ed indicherebbe proprio il rifugiarsi delle prime organizzazioni anarchiche in Sicilia per sfuggire al controllo del Governo .
Una diversa interpretazione indicherebbe nel termine Mafia l’acronimo di “morte alla francese Italia anela” , in riferimento al risentimento italiano per l’invasione francese nell’ ’800.
Essa era principalmente un fenomeno proveniente dalla Sicilia occidentale e derivava la sua forza dall’effettivo uso della violenza da parte di uomini spesso legati da giuramenti e da patti di sangue per mantenere il massimo riserbo riguardo le loro attività.
Ma cos’è in realtà questa “Mafia" di cui gli americano hanno avuto tanta paura? È solo un mito o è forse vero che italo-americani e crimine organizzato sono sinonimi? La Mafia è esistita davvero o forse solo per gli italiani?
L’unico modo per rispondere a tali quesiti è quello di analizzare il ruolo dell’organizzazione criminale “Mafia” negli Stati Uniti attraverso lo studio dell’influenza che questa ha avuto nel plasmare l’economia americana nel tempo. A tal fine la ricerca è stata suddivisa in sei capitoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 4 Introduzione Criminalità Organizzata negli Stati Uniti e definizione di Mafia Il termine “crimine organizzato” consta di due parole in un certo senso contrastanti. Infatti “crimine” è la definizione di un atto illegale che spesso, ma non obbligatoriamente va contro le norme e la morale di una società. 1 Gli atti criminali sono considerati un qualcosa di aberrante, un’eccezione alla regola, un qualcosa di puramente casuale e le persone che li commettono sono relegate ai margini della società. D’altro canto l’aggettivo “organizzato” significa “avere un’organizzazione formale atta a coordinare e portare a termine determinate attività”. 2 Un’organizzazione che di solito implica la presenza di un codice di comportamento scritto e non, da rispettare, ed un insieme di sanzioni per chi lo viola. Quindi anche le organizzazioni illegali hanno una propria struttura 1 Webster’s dictionary ,1979 2 Webster’s dictionary ,1979

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lucio Tommaselli Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13851 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.