Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rohinton Mistry: un'analisi di Such a Long Journey

La tesi è incentrata su Rohinton Mistry, sulla sua vita, le opere e in particolare l'analisi strutturale e testuale dei suoi lavori.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione Nell’ambito della letteratura indiana contemporanea si è assistito all’emergenza di nuovi talenti, i cui romanzi hanno lasciato un segno. Uno dei più sensazionali eventi letterari del passato abbastanza recente è stata la pubblicazione di Midnight’s Children di Salman Rushdie 1 . L’opera, oltre a riscuotere un successo internazionale, ha influenzato un’intera generazione di giovani romanzieri indiani, che ha cercato di seguire le sue orme. Tra tutti questi scrittori uno dei più interessanti è proprio Rohinton Mistry. 1 Salman Rushdie, scrittore indiano nato a Bombay nel 1947, naturalizzato britannico nel 1964. Dopo gli studi all'università di Cambridge esordì con il romanzo Grimus (1975). Seguirono Midnight’s Children (1981), allegoria dell'India moderna, e The Shame (1983). Nel 1988, pubblicò The Satanic Verses, romanzo che fonde riflessioni filosofiche, episodi comici e divagazioni fantastiche. Benché accolto favorevolmente dai lettori occidentali, scatenò l'ira delle comunità musulmane, che lo interpretarono come un attacco blasfemo al Corano e a Maometto. Nel 1991 ha pubblicato Haroun and the Sea of Stories, un libro per l'infanzia, seguito nel 1993 da The Moor’s Last Sigh.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alessia Faraone Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 647 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.