Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Archivio del monastero di S. Benedetto a Chiaia (Archivio di Stato di Napoli, Corporazioni religiose volumi 1322-1331)

Questa tesi analizza l'archivio del monastero di S. Benedetto a Chiaia (Archivio di Stato di Napoli, Corporazioni religiose volumi 1322-1331)

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa III Premessa L’incidenza della storia interna degli archivi sulle modalità della loro tradizione e sul loro stato di conservazione è un fatto che appare perfino superfluo sottolineare. Resta, tuttavia, la doverosa opportunità di ricercare ed eventualmente approfondire i motivi esterni, ossia quelli estranei alle responsabilità dell’ente produttore e/o dell’ente conservatore, di ordine storico, storico-politico e storico istituzionale e la misura con la quale essi hanno inciso sulla loro storia interna. In questo senso sono da considerare, per le conseguenze che ebbero sugli archivi dei monasteri di Napoli, le soppressioni degli ordini religiosi disposte negli anni 1799, 1807, 1861, che, se da un lato hanno fatto accumulare ingenti patrimoni documentari nell’Archivio di Stato, dall’altro spesso sono state causa di nuove dispersioni. In ottemperanza alle leggi eversive, il patrimonio archivistico dei monasteri, articolato in una sezione membranacea ed in una sezione cartacea, è stato, in attesa del versamento nel Grande Archivio del regno, non ancora istituito, dapprima depositato negli uffici dei ricevitori demaniali e poi nel refettorio

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Pozzulo Contatta »

Composta da 524 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1179 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.