Skip to content

René Pollesch

Informazioni tesi

  Autore: Ilaria Melchiorri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Teresina Zemella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

Molti critici teatrali sembrano sostenere che René Pollesch è il nuovo enfant terrible tedesco, sia per il modulo teatrale che propone, innovativo ed enigmatico, sia per il contenuto impegnato e spesso ideologico delle sue opere.
Il Kultur Journal della NDR dice di lui: "Schrill, laut und immer politisch- das ist das Theater des René Pollesch. Gemeinsam mit seinen Schauspielern erarbeitet der 41-järige Autor und Regisseur eigene Stücke voll schneller Dialoge und theoretischer Exkurse.[...] Der 1962 geborene René Pollesch würde sich selbst gar nicht als Dramatiker bezeichnen. Er bevorzugt den Begriff "Theatermacher". Das könne 'sehr oldfasioned klingen', sagt er, 'Aber eigentlich finde ich ihn gar nicht so schlecht, weil wir Theater machen'", confermando l'ambivalenza del teatro polleschiano. Se da un lato la sua opera e il suo sviluppo sono guardati con rispetto, in quanto Pollesch s'inserisce in quella generazione attuale di autori no-global che tentano con il loro teatro di dare un'immagine diretta e critica della realtà, dall'altro lo spettatore, che assiste alle sue opere o legge i suoi scritti, resta irritato e sconcertato dalla sua drammaturgia e dal suo stile anticonformista, rendendosi subito conto che non hanno nulla a che vedere con la tradizione classica teatrale.
Solo alcune delle sue opere più importanti, in modo particolare quelle degli ultimi quattro anni sono state pubblicate dalla Rowohlt Theater Verlag. Nella prefazione di World Wide Web-slums, l'ultimo successo dell'Autore, Frauke Meyer-Gosau dice della sua opera: << Es ist hier ja 'der verfickte Kapitalismus' der- wie dann in Teil drei ausführlicher gezeigt wird - so subtil wie konsequent 'die totale Kommerzialisierung aller sozialen Beziehungen' herbeizwingt. Und weder Glaube noch Aberglaube, weder Magie noch politische Beschwörung (die in der Formulierung allerdings selbst schon jegliche Perspektive ausschließt) können seiner alles infiltrierenden Macht einen Riegel vorschieben: Der 'Turbokapitalismus' hat die Durchdringung auch noch der intimsten Lebensbereiche, ja, schließlich jeder Körperzelle menschlicher Lebewesen, erreicht. Eine Vorstellung, die durchaus den Horror- und Drohvisionen der weiland außerparlamentarischen Linken (siebziger Jahre!) entspricht. Nur kann sich Pollesch heute in seinen Bildern auf eine leicht absehbare, mittlerweile auch selbst schon nachgerade klassisch-utopische Expansion und Eskalation der technischen Angebote und Mittel eines globalisierten Kapitalismus stützen, die das Individuum buchstäblich mit Haut und Haare zum funktionalen Anhängsel von Maschinen machen >>.
Il Regista sceglie dunque coraggiosamente di occuparsi di temi scottanti, vicini all'attualità dei giorni nostri: si nota una continua critica alla globalizzazione in modo particolare alla mercificazione globale che tocca tutti gli ambiti, quello economico, dove anziché unire i popoli, li divide in ricchi e poveri, quello sentimentale, che distingue tra gli emozionali e i freddi calcolatori dell'affare, quello sessuale, che differenzia "l'etero" omologato alla massa e l'omosessuale che vive l'amore in modo disinibito e libero da ogni convenzione sociale.
Proprio per questa varietà di temi, l'Autore sceglie la forma del frammento, che gli permette di montare i pezzi seguendo una combinazione libera, mischiando - alla maniera di Bourroughs, anima dannata del Movimento Beat, nei suoi cut-up, ispirandosi ai collage del pittore americano Brion Gysin - elementi differenti, quali citazioni di film d'autore, fatti accaduti presi dall'attualità dei giorni nostri, o semplici, ma diretti slogan pubblicitari.
Dunque già ad una prima lettura o visione dell'opera polleschiana, rimaniamo sbigottiti, quasi schiaffeggiati dalle varie immagini con cui veniamo bersagliati e costretti a riprendere da soli, quello che l'autore ha voluto trasmetterci.
L'identità spezzettata dei personaggi di Pollesch, sempre nominati nelle sue opere con sterili lettere dell'alfabeto, ci palesa la forte sensazione di smarrimento, di insicurezza, di crisi di identità, nascosti dietro "l'uomo economicus" moderno di oggi, motiva la scelta di intitolare il mio approfondimento personale: Le Lettere Parlanti di René Pollesch.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Dieser Betrieb setzt auf Emotionen und das macht dich effektiver und jetzt HALTS MAUL! Ich dagegen kann gegen diese ganzen Emotionen, die in mir brodeln und rumoren und stattfinden, nicht mehr ankommen. Ich löse mich völlig auf, unter diesen ganzen Emotionen. Ich empfinde so viel Liebe für jemanden, der als Nutte arbeitet und ein Betrieb ist, und was soll ich da machen, ich bin zu emotional, um effektiv zu sein, ich kann ÜBERHAUPT NICHTS MEHR MACHEN. NICHT MEHR DENKEN UND NICHT MEHR ARBEITEN UND KEINE BEZAHLTE ARBEIT MIT NACH HAUSE NEHMEN! Aus René Polleschs “Heidi Hoh arbeitet hier nicht mehr” Molti critici teatrali sembrano sostenere che René Pollesch è il nuovo enfant terrible tedesco, sia per il modulo teatrale che propone, innovativo ed enigmatico, sia per il contenuto impegnato e spesso ideologico delle sue opere. Il Kultur Journal della NDR dice di lui: << Schrill, laut und immer politisch- das ist das Theater des René Pollesch. Gemeinsam mit seinen Schauspielern erarbeitet der 41-järige Autor und Regisseur eigene Stücke voll schneller Dialoge und theoretischer Exkurse.[...] Der 1962 geborene René Pollesch würde sich selbst gar nicht als Dramatiker bezeichnen. Er bevorzugt den Begriff “Theatermacher”. Das könne ‘sehr oldfasioned klingen’, sagt er, ‘Aber eigentlich finde ich ihn gar nicht so schlecht, weil wir Theater machen’>>, confermando l’ambivalenza del teatro polleschiano. Se da un lato la sua opera e il suo sviluppo sono guardati con rispetto, in quanto Pollesch s’inserisce in quella generazione attuale di autori no-global che tentano con il loro teatro di dare un’immagine diretta e critica della realtà, dall’altro lo spettatore, che assiste alle sue opere o legge i suoi scritti, resta irritato e sconcertato dalla sua drammaturgia e dal suo stile anticonformista, rendendosi subito conto che non hanno nulla a che vedere con la tradizione classica teatrale. Solo alcune delle sue opere più importanti, in modo particolare quelle degli ultimi quattro anni sono state pubblicate dalla Rowohlt Theater Verlag. Nella prefazione di World Wide Web-slums, l’ultimo successo dell’Autore, Frauke Meyer-Gosau dice della sua opera: << Es ist hier ja ‘der verfickte Kapitalismus’ der- wie dann in Teil

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema e globalizzazione
cinema in germania
cinema tedesco
connect ‘99
germania
heiner müller
john cassavetes
pollesch
regista
scuola di gießen

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi