Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione e prototipizzazione di una applicazione multimodale

Progettazione di una applicazione multimodale.
Si inizia descrivendo cosa sono le applicazioni vocali, le loro applicazioni e il mercato. Si passa alla descrizione del linguaggio VoiceXML partendo dall'analisi dello standard XML.
Si evidenzia quindi l'esigenza di una interazione multimodale creata dallo sviluppo dei nuovi dispositivi quali cellulari UMTS e SmartPhome.
Si passa quindi alla descrizione del linguaggio XHTML + Voice (X+V) e degli strumenti al momento disponibili per la creazione di applicazioni multimodali (IBM WebSphere Voice Server ecc..).
Si descrive infine il progetto di applicazione multimodale realizzata, la sua struttura, i vantaggi e i futuri sviluppi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Progettazione e prototipizzazione di una applicazione multimodale 5 Introduzione Il linguaggio VoiceXML si è dimostrato uno strumento vincente all’interno di un panorama nel quale si andava incontro alla nascita di numerose tecniche proprietarie per la gestione di interfacce vocali. I punti di forza di questo linguaggio sono molteplici ma, quello più importante, è l’assoluta indipendenza del VoiceXML dai motori di sintesi e di riconoscimento i quali possono essere sviluppati indipendentemente dalle varie società attive nel campo delle tecnologie vocali. Questa caratteristica fa sì che lo sviluppatore di applicazioni VoiceXML si possa concentrare solo sul progetto dell’interfaccia senza curarsi di dettagli tecnici inerenti i problemi di sintesi e di riconoscimento vocale. Il VoiceXML, nato per dare voce al Web, ha dimostrato ben presto i suoi limiti derivati proprio dal gestire solamente l’interfaccia vocale. Con l’avvento di dispositivi portatili, come i computer palmari dotati di ampi display a colori, è nata l’esigenza di integrare l’interfaccia vocale con l’interfaccia visuale. Poiché il VoiceXML è un linguaggio XML-based è stato facile adattarlo all’interno di un altro linguaggio di programmazione l’XHTML+Voice, o più brevemente X+V. Questo muovo linguaggio, che integra la versatilità del linguaggio visuale XHTML con le potenzialità messe a disposizione dal VoiceXML, permette la creazione di interfacce multimodali in maniera molto semplice che devono essere eseguite da un opportuno browser multimodale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Tanese Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2748 click dal 21/05/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.