Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità del produttore di sigarette

In questo lavoro di tesi è stata esaminata la possibilità di considerare responsabile, in base all’ordinamento giuridico italiano, il produttore di sigarette per i danni subiti dai fumatori. Lo studio si è sviluppato dapprima osservando l’evoluzione dell’istituto della responsabilità civile nei suoi due aspetti più rilevanti per il caso in studio: il danno alla persona e la responsabilità del produttore. In seguito, più specificatamente, si è posta l’attenzione su tutte quelle norme, seppur carenti, che possono essere ritenute applicabili in materia di danni da fumo attivo. Cosicché un’ attenta e critica lettura delle uniche due sentenze in materia, la struttura di produzione e vendita di tabacco esistente in Italia (messa in evidenza da determinate decisioni da parte dell’Antitrust e della Commissione Europea), nonché i recenti provvedimenti con cui la stessa Antitrust giudica la qualifica “light” (attribuita a determinate sigarette) come pubblicità ingannevole, pongono le basi per poter imputare al produttore di sigarette una responsabilità che può essere di natura extracontrattuale, precontrattuale o contrattuale. Responsabilità che emerge anche da un’accurata analisi della normativa specifica che disciplina la responsabilità per danno da prodotti difettosi. La tesi sostenuta nell’elaborato poggia sulle fondamenta di diversi e noti studi medico-scientifici, nonché sull’esame delle diverse norme dell’ordinamento che riguardano la gestione della salute del proprio corpo. Si auspica, dunque, che il sistema giudiziario italiano imbocchi la strada che conduce al conseguimento di quei risultati già raggiunti nel contesto americano dove si registrano le prime vittorie dei cittadini, ex fumatori, a cui viene riconosciuto il risarcimento per le lesioni subite in seguito al consumo di tabacco.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Ogni individuo è responsabile delle proprie azioni e, pertanto, le conseguenze del suo comportamento si riflettono in primis su di lui. In particolare, la responsabilità civile di un soggetto subentra quando il suo comportamento non è conforme ai doveri che la società impone al singolo al fine di garantire il “quieto vivere” della collettività. Con il progresso tecnologico e lo sviluppo industriale della società moderna è aumentata la possibilità che si verifichino conseguenze dannose dovute all’utilizzo dei beni di consumo. Pertanto, una maggiore attenzione viene rivolta alla responsabilità del produttore soprattutto quando vengono lesi i diritti fondamentali della persona del consumatore, in particolare il diritto all’integrità fisica e psichica dell’individuo. Fra i beni di consumo la sigaretta è il tipico esempio di prodotto il cui utilizzo provoca danni alla salute dei consumatori. Lo scopo di questo lavoro di tesi è proprio quello di valutare la possibilità di configurare una responsabilità civile del produttore di sigarette.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonello Iovane Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3630 click dal 21/05/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.