Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e sport: il caso della pallavolo

La vita è un gioco e ognuno di noi è un giocatore. Se tutto è perfetto, gioca le tue partite con lealtà, nel rispetto degli avversari, dei compagni e delle regole. La vittoria si ottiene quando si raggiunge un obiettivo che ci si era prefissati e sta a noi decidere quali giochi intraprendere e a quali mete puntare.
Questo lavoro nasce con l’intento di studiare gli aspetti più rilevanti della comunicazione umana: dai rapporti interpersonali, passando per il marketing e la pubblicità, fino all’intervento dei mass media.La scelta di applicare questi concetti al mondo dello sport è nata dalla considerazione che esso rappresenta uno dei più imponenti e significativi fenomeni della società odierna, regolandone ritmi, stili di vita e status sociali, non a caso, il Novecento è stato definito "il secolo dello sport".
La scelta della pallavolo come caso specifico d’analisi, è stata effettuata dalla volontà di intraprendere una strada che pochi hanno percorso e, procedendo nel suo studio, ho scoperto una varietà di forme, percorsi e spunti di riflessione inattesi, che hanno reso le ricerche sempre più stimolanti, mostrando quanto questo sport, all’apparenza di nicchia e poco conosciuto, si possa considerare, senza dubbio, dotato di potenzialità inaspettate.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 Riscaldamento INTRODUZIONE Questo lavoro nasce con l’intento di studiare gli aspetti più rilevanti della comunicazione umana: dai rapporti interpersonali, passando per il marketing e la pubblicità, fino all’intervento dei mass media. La scelta di applicare questi concetti al mondo dello sport è nata dalla considerazione che esso rappresenta uno dei più imponenti e significativi fenomeni della società odierna, regolandone ritmi, stili di vita e status sociali. Il Novecento, infatti, è stato definito da molti studiosi il “secolo dello sport”, proprio per spiegare quanto abbia costruito uno spazio simbolico e protetto, in cui le ragioni dell’emozione e la logica ferrea della regolamentazione si sono confrontate e mescolate, producendo un caleidoscopio di culture, identità e interessi (Porro, 2001). Lo sport contemporaneo può essere, inoltre, considerato con varie accezioni, per le implicazioni che scaturiscono dalla sua pratica, dalla sua forte influenza nella sfera dell’economia e dalla sua messinscena, diventando così, contemporaneamente, fucina del desiderio e metafora del conflitto, valido strumento nelle strategie di marketing e spettacolo principe del sistema mediatico. Ormai il diritto di tutti alla pratica e alla fruizione dello spettacolo sportivo si affermano come un autentico diritto di cittadinanza: sono in crescita esponenziale i praticanti di ogni genere di disciplina sportiva, numerose le aziende e le organizzazioni che si affidano allo sport per promuovere l’immagine dei loro prodotti e si dilata sempre di più lo spazio occupato dalla sua rappresentazione sugli organi d’informazione. La scelta della pallavolo come caso specifico d’analisi, invece, all’inizio del lavoro è stata effettuata dalla mia passione per questa disciplina sportiva, dalla curiosità di scoprire i meccanismi e le interazioni che regolano questo mondo e dalla volontà di intraprendere una strada che pochi hanno percorso, mentre, procedendo nel suo studio, ho scoperto una varietà di forme, percorsi e spunti

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Ilaria Zara Contatta »

Composta da 304 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11896 click dal 03/06/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.