Skip to content

Book Cover design and National Culture

Informazioni tesi

  Autore: Gea Colombo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: National College of Art and Design
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Visual Communication
  Relatore: Frances Ruane
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 73

Historically, an unbound book, protected only by its title page was presented to a bookbinder to bind in the style of the customer’s personal library.The hardbacks’ jacket, significantly called ‘dust jacket’, had mainly the functional purpose of protecting the book itself. The first paperback editions, already on the market in the mid–nineteenth century, were intended simply as cheaper and handier reprints for people involved in long journeys. The cover was nothing more than an element of their physical framework, displaying the minimum information required: author, title, editor and, sometimes, price. With the development of marketing techniques at the beginning of the twentieth century, books, as any other good, began to have a proper package bearing an advertising and commercial value. Nowadays, book covers are considered the key element in the purchasing decision, not only in the selling–out process (i.e. to the consumer), but also in the selling–in one (from the publishers to the retailers), to the point that art directors believe that a cover can be considered a failure if it doesn’t succeed in at least 10 making a potential buyer pick up the book within thirty seconds of locating it .The cover thus is transformed into a complex element, fulfilling various tasks.If it’s true that its design firstly has to attract the attention of the consumer in the mass of similar goods in a bookshop,it is also true that it has to communicate a message about the book,and in such a way as to stimulate the purchase. More and more book purchases are becoming part of impulse buying, as the book is increasingly commodified and almost deprived of its elite aura by the cultural industry. In fact,unless we are looking for a certain title,our intention to buy a book is aroused more immediately by its appealing image than the literary value of its prose. While designers and critics seem to all agree on the importance of the role played by the cover in the marketing of books, an ongoing debate discusses whether its design should be based on the concept of corporate image or on the more eclectic idea of book identity.The two positions appear to reflect the essential differences between the European and American approaches to cover design and their relation to the object book. The differences have been noticed by various critics and designers, but never studied in depth.This thesis aims to systematically analyse European, British and American publishers’ philosophies of book design, first through their historical development and contemporary outcomes, then by comparing and contrasting their approaches to the design of the same book.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Historically, an unbound book, protected only by its title page was presented to a bookbinder to bind in the style of the customer’s personal library.The hard- backs’ jacket, significantly called ‘dust jacket’, had mainly the functional purpose of protecting the book itself. The first paperback editions, already on the market in the mid–nineteenth century, were in- tended simply as cheaper and handier reprints for people involved in long journeys. The cover was nothing more than an element of their physical framework, displaying the minimum information re- quired: author, title, editor and, sometimes, price. With the development of marketing techniques at the beginning of the twentieth century, books, as any other good, began to have a proper package bearing an advertising and commercial value. Nowadays, book covers are considered the key element in the purchasing decision, not only in the selling–out pro- cess (i.e. to the consumer), but also in the selling–in one (from the publishers to the retailers), to the point that art directors believe that a cover can be considered a failure if it doesn’t succeed in at least 10 making a potential buyer pick up the book within thirty seconds of locating it 1 .The cover thus is trans- formed into a complex element, fulfilling various tasks. If it’s true that its design firstly has to attract the attention of the consumer in the mass of similar goods in a bookshop, it is also true that it has to com- municate a message about the book, and in such a way as to stimulate the purchase. More and more book purchases are becoming part of impulse buying, as the book is increasingly commodified and almost de- prived of its elite aura by the cultural industry. In fact, unless we are looking for a certain title, our in- tention to buy a book is aroused more immediately by its appealing image than the literary value of its prose. While designers and critics seem to all agree on the importance of the role played by the cover in the marketing of books, an ongoing debate discusses whether its design should be based on the concept of corporate image or on the more eclectic idea of book identity.The two positions appear to reflect the es- sential differences between the European and  Introduction 1 Fiona Carpenter, quoted in Redhead, David,‘The 30 – second Sell’, Eye vol. n.,Autumn ,p.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

design
usa
press
communication
europe
united states
publishing
graphic
covers
great britan
books
typography

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi