Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Attrattività dei mercati internazionali:scelta del paese obiettivo e strategie di ingresso.Il caso Landqart

La tesi esamina i l'analisi di attrattività dei mercati internazionali e delle conseguenti strategie di ingresso nei paesi: l'esportazione, l'investimento diretto e gli accordi di collaborazione. Il quadro teorico di riferimento è costituito dalla resource based view e della dinamic capabilities based theory necessarie al conseguimento di vantaggi competitivi, comparati e globali in un'ottica internazionale.Il tutto è coronato da un caso aziendale che mette in pratica gli strumenti teorici trattati nel corso della tesi

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il fenomeno dell’internazionalizzazione ha origini molto antiche e presenta un aspetto imprescindibile per il futuro delle nostre imprese. Rispetto al passato la maggior parte delle aziende è costretta a ricercare proprio nei mercati esteri importanti opportunità di crescita e sempre più spesso le caratteristiche dei mercati soprannazionali influenzano profondamente la configurazione delle attività nazionali. Dopo la fase del trasferimento delle risorse, successiva alla seconda guerra mondiale, si è passati, attraverso la “gestione centralizzata”, all’affermazione della globalizzazione dei mercati e delle imprese, dovuta alla crescente pressione concorrenziale, all’ampliamento delle prospettive di mercato ed alla necessità per le imprese di massimizzare le proprie risorse in una dimensione mondiale. Poiché nessun’azienda può considerarsi al riparo dalla concorrenza internazionale, anche le imprese di piccole dimensioni indirizzano i loro sforzi verso la ricerca di opportunità su scala globale, orientandosi conseguentemente verso l’ingresso in paesi esteri, adatti per fattori localizzativi alle proprie strategie aziendali. Esistono due approcci all’internazionalizzazione: il primo punta sulla standardizzazione su scala globale; il secondo sull’adattamento e la differenziazione. "Create un prodotto unico per tutto il mercato mondiale, commercializzatelo a prezzo unico, il più basso possibile, fatene la promozione nella stessa maniera in tutti i paesi e utilizzate ovunque gli stessi canali di distribuzione" 1 raccomanda Levitt alle imprese che vogliono competere nel mercato globale. 1 LEVITT T., “The Globalization of Markets”, Harvard Business Review, May-June (trad.it.: “La globalizzazione dei mercati” in SCOTT W.G. (a cura di ), Il marketing internazionale, Isedi Petrino, Torino, 1996, p.40.)

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alvaro Placa Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4581 click dal 16/06/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.