Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Significati assegnati dai consumatori ai prodotti alimentari tipici. Il caso di due Presìdi Sloow Food della Sicilia.

L’idea di analizzare il mercato dei prodotti tipici non avrebbe potuto trovare luogo migliore di indagine. Il Salone del Gusto di Torino rappresenta un punto di incontro di notevole interesse sia per gli addetti al settore che per i consumatori. E’ il luogo ideale in cui trovare soggetti che sono interessati ai prodotti alimentari che esprimono un certo legame con il territorio quindi in linea con il mio obiettivo di identificare chi siano effettivamente i consumatori “tipo” dei prodotti tipici e agroalimentari tradizionali. Infine un’attenta analisi e rielaborazione delle chiacchierate effettuate con i visitatori e con gli espositori della manifestazione mi ha portato alla identificazione, nel terzo capitolo, di tre categorie di consumatori: nostalgico, errante e “edonista enogastronomico”.
La naturale conseguenza di questa analisi non poteva che essere una discussione sulle implicazioni di marketing possibili per le aziende che si occupano di questa tipologia di prodotti.
A questo punto il filo logico dell’opera mi sembra molto chiaro si tratta di un'analisi del consumatore dei prodotti tipici e tradizionali tramite un’indagine diretta sulla base della quale ho costruito le categorie di consumatori possibili. Questo è sostanzialmente lo zoccolo duro su cui ho successivamente costruito le implicazioni in termini di variabili di marketing dell’azienda. Tuttavia per poter capire bene questo consumatore e ciò che esso comporta per le aziende produttrici mi è sembrato più opportuno introdurre l’oggetto di studio attraverso un’analisi del sistema agroalimentare in generale sia dal punto di vista dell’offerta che della domanda per poi passare a spiegare più approfonditamente che cosa si intende per prodotti tipici e agroalimentari tradizionali, da quali normative sono tutelate e come funzionano i marchi comunitari.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE I prodotti tipici e agroalimentari tradizionali rappresentano il fiore all’occhiello del sistema agroalimentare italiano. Per lunghi anni la genuinità data delle tradizionali tecniche di coltivazione e allevamento non è stata degnamente riconosciuta dal consumatore. Ai nostri giorni, invece, un’ondata di rivalorizzazione sta portando questi prodotti sulla cresta dell’onda. La carta stampata, la tv e le organizzazioni varie ne parlano sempre di più e numerose sono le rubriche, gli inserti, i libri, i manuali, le guide e le trasmissioni televisive che nascono e crescono. Insomma si tratta di un fenomeno che incalza e che ha tutti i connotati di una nuova moda alimentare e culturale. L’obiettivo del mio lavoro è proprio quello di descrivere questo scenario cercando di capire, da un lato, dove affonda le basi e qual è il suo background storico e sociale mentre, dall’altro, vedere quali sono le soluzioni di marketing più in linea con questi particolari prodotti nel tentativo di far loro recuperare la dignità perduta nel tempo. A questo proposito ho messo in evidenza le evoluzioni e le soluzioni possibili per ogni singola leva del marketing mix considerando, da un lato, le caratteristiche uniche dei prodotti tipici e agroalimentari tradizionali e, dall’altro, gli obiettivi di valorizzazione che la società dei nostri giorni si propone. La parte iniziale del lavoro è destinata ad introdurre una panoramica del sistema agroalimentare italiano, agli albori del terzo millennio, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. L’idea è di fare il punto della situazione sul sistema agroalimentare nel suo complesso, con particolare riguardo alla macrocategoria dei prodotti tipici e agroalimentari tradizionali, in modo che si possa avere una base propedeutica alle considerazioni di marketing fatte nei capitoli successivi. La parte iniziale del primo capitolo mostra una breve descrizione sulle origini e sul ruolo che il sistema agroalimentare ha rivestito nel tempo mettendo in evidenza, al tempo stesso, i nuovi orizzonti verso cui le nuove politiche comunitarie, con i vari programmi d’intervento, si orientano. In seguito, per rendere più agevole la comprensione del lettore, ho analizzato separatamente i caratteri che contraddistinguono l’offerta da quelli che contraddistinguono la domanda. In particolare ho voluto approfondire l’offerta analizzando singolarmente ognuna delle tre fasi in cui può essere suddiviso il sistema agroalimentare: agricola, trasformazione e distribuzione. Così ho messo in evidenza le

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gaspare Marrone Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7839 click dal 21/06/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.