Skip to content

Profili attuali in materia di lavoro femminile

Informazioni tesi

  Autore: Luana Oriana Fiorentino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Alessandro Anastasi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

Ritenendolo un argomento estremamente interessante che oggi impegna tutti e che interessa anche gli uomini, l’ ho trattato gradualmente seguendo l’excursus serio e rigoroso della questione femminile dagli albori della rivoluzione industriale, quando la donna viene considerata soggetto debole quindi parificata ai minori e tutelata da una serie di norme in campo lavorativo, fino a giungere alla Legge n.903 del ’77 con la quale si rende giustizia alla parità di trattamento tra uomini e donne, che in verità era già stata replicata dalla Carta Costituzionale però subordinandola a quella funzione di moglie e di madre sicuramente essenziale ma che andava a discapito della presenza femminile nel mondo del lavoro.
L’emanazione della suddetta legge, infatti, segna un’importante cambiamento di tendenza nella legislazione sul lavoro della donna, determinando il passaggio dalla protezione, rivelatasi dannosa per l’occupazione femminile, alla parità di trattamento;
Si ottenne così la “parità formale” ma il traguardo “parità sostanziale” era ancora molto lontano e lo dimostra il fatto che, subito dopo la legge 903/1977 non sono per nulla scomparse, nel mondo del lavoro, le disparità di trattamento fondate sul sesso. Occorrerà attendere al 1991, dopo un lungo e faticoso iter, la legge n.125 del 10 aprile “Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro”: intendendo con tale espressione quelle misure concrete tendenti alla rimozione di discriminazioni e segregazioni pregresse, nonché al rafforzamento della presenza della forza lavoro femminile in posizioni professionali in precedenza caratterizzate per sesso; si realizza così quel necessario passaggio dalla cultura della parità a quella delle pari opportunità.
Per una società migliore che realizzi il principio costituzionale ed europeo dell’uguaglianza, non ci si può fermare alla differenza uomo-donna, il concetto di pari opportunità deve diventare un punto di riferimento importante e significativo per mettere in pratica progetti e innovazioni che consentano il pieno sviluppo della persona umana, assicurando che le differenze di sesso, razza, origine, lingua, religione, politica, età, condizione personale e sociale, non sian vissute come qualcosa in meno ma in più.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Dovunque si guardi, lei è là, presente, infinitamente presente: sulla scena domestica, economica, intellettuale, pubblica, conflittuale… La donna è là presente. Solitamente indispensabile per le sue attività quotidiane, necessaria per la sua funzione essenziale di madre. 1 Ma la sua creatività, la capacità di vivere contemporaneamente più ruoli sono solo alcune delle molte caratteristiche femminili che inducono a ritenere tale componente non solo una risorsa dell’attuale e futura società ma addirittura una delle sue probabili protagoniste. Dall’art.1della Costituzione italiana, in cui si afferma che l’Italia è una repubblica “fondata sul lavoro,” si evince che il cittadino, nell’archetipo della società fondata dalla Costituzione, è valutato esclusivamente in base all’apprezzamento della sua posizione professionale. Il lavoro dunque costituisce l’esclusivo parametro di valutazione del contributo sociale e diviene espressione centrale ed 1 Per una trattazione della presenza femminile da un punto di vista sociologico V. Storia delle donne dal Rinascimento all’età moderna. a cura di DUBBLY GEORGES e MICHELL PERROT Roma. 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

lavoro donna
lavoro femmiline
pari opportunià

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi