Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dopo le Direttive 2002

La tesi intende tracciare un profilo del principale strumento organizzativo e di controllo del mercato della comunicazione in Italia, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, partendo dalla sua costituzione sino alla recente riforma Comunitaria del 2002, per analizzare le dinamiche di un mercato in crescente e costante evoluzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione L’avvento delle nuove tecnologie ha provocato enormi trasformazioni che, com’è evidente constatare quotidianamente negli ultimi anni, hanno modificato gli aspetti più disparati della nostra società, dall’economia alla politica, dall’etica al diritto. Di certo, il campo in cui maggiore è stata l’evoluzione a seguito di tale processo è quello della comunicazione, il quale, in maniera sorprendente e decisiva, riveste e continuerà a rivestire in futuro un ruolo fondamentale nella vita di ognuno di noi 1 . Il motore di questa piccola rivoluzione copernicana è senz’altro da individuare nella tecnologia digitale, che ha comportato il passaggio dal sistema analogico a quello numerico, rendendo possibile, grazie alla compressione dei segnali, un uso più ricco ed articolato dei canali di comunicazione sino ad oggi utilizzati. Le conseguenze sono concrete: si sono ridotti sensibilmente sia i limiti tecnici, consistenti nella scarsità delle risorse, sia quelli economici, legati ai tempi necessari perché gli investimenti in questo settore riuscissero a remunerare i capitali investiti 2 . Contemporaneamente, la crescita vertiginosa della qualità e della velocità di circolazione dei messaggi ha consentito, oltre all’evoluzione dei mezzi tradizionali (su tutti l’esempio del progresso nel settore radiotelevisivo grazie all’offerta digitale, satellitare prima ed in seguito terrestre), la nascita di nuove forme di comunicazione (dalla telefonia mobile ad internet, per citare solo i casi più eclatanti). Il risultato più evidente di queste complesse dinamiche, qui necessariamente semplificate, consiste nella progressiva convergenza che ha coinvolto mercati in origine rigorosamente distinti: l’utilizzo di un’unica tecnologia per lo sviluppo di tali forme di comunicazione ha 1 E' questa l'opinione espressa dal Presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni E. CHELI, Convergenza, grande opportunità che impone nuove regole, flessibili, in Telema, n. 25, 2001, www.fub.it/Telema. 2 F. BASSAN, Concorrenza e regolazione nel Diritto Comunitario delle comunicazioni elettroniche, Torino, 2002, p. 1.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Piercarlo Castellano Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1745 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.