Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione di opzioni finanziarie: Un' applicazione al mercato italiano

Introduzione alle opzioni finanziarie con presentazione della formula di Black-Scholes e delle "greche"; approfondimenti sulla volatilità e sull'effetto leva finaziaria, con conclusioni sui Covered Warrant e carrellata dei principali siti degli emittenti in Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 I. Premessa sulle opzioni finanziarie Una opzione finanziaria è un contratto stipulato tra un compratore ed un venditore che dà al possessore il diritto di acquistare o vendere una un'attività sottostante (nel caso specifico azioni) entro una certa data (detta di "ESTINZIONE" o di scadenza o di esercizio) ad un certo prezzo (detto "DI ESERCIZIO" o meglio noto come “STRIKE PRICE”). Quando il diritto è ad ACQUISTARE l'opzione è di tipo CALL, quando invece è a VENDERE l'opzione è di tipo PUT. Esistono poi opzioni di tipo americano od europeo: le prime possono essere esercitate in qualunque momento prima della data di scadenza, mentre le europee possono essere esercitate SOLO alla scadenza. Per acquisire questo diritto il compratore deve pagare al venditore un prezzo, solitamente detto "PREMIO". I fattori che influenzano il prezzo di una opzione sono: 1. Prezzo dell'azione; 2. Prezzo di esercizio; 3. Volatilità (ampiezza di variazione in un certo arco temporale); 4. Eventuali dividendi attesi;

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Emilio Triunfo Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3123 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.