Skip to content

Luoghi di transito come luoghi di permanenza - Comunicazione innovativa negli spazi del trasporto: un progetto per Tokyo

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Rinaldi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Vito Di Bari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 515

La ricerca verte sull’inserimento di soluzioni comunicative innovative nello spazio fisico del nodo di rete di trasporto.
La prima parte dello studio allora analizza dettagliatamente lo status e l’evoluzione di questo scenario, nel tempo. E quindi va a concentrarsi su alcuni punti cardine:
- la città
- la centralità, il centro metropolitano
- il ruolo dello shopping
- il significato del viaggiare per l’uomo stanziale e la figura del pendolare
- il ruolo organizzatore delle reti di trasporto

L’obiettivo della prima parte del lavoro è la verifica di due tesi afferenti a questo scenario, e cioè che (1) è il trasporto il principio organizzatore della città del prossimo futuro (e non lo shopping, come molti osservatori ritengono) e (2) che il luogo di transito, ossia il nodo della rete di trasporto non è più solo transito ma anche e soprattutto permanenza.

Il caso studio di Tokyo ha sintetizzato positivamente queste due tesi, dimostrando empiricamente il funzionamento di un ecosistema urbano organizzato sulle reti (e che sottomette lo shopping, pur importante, al principio di rete) e mostrando luoghi di rete che sono primariamente luoghi di “vita”, assorbendo funzioni socio-economiche di ogni genere.

La seconda parte del lavoro affronata la questione dell'evoluzione della tecnologia di comunicazione, esplorando nel dettaglio i mezzi di comunicazione innovativa, on e off line, dal controllo remoto, all'ologramma.

Infine, si propone un'analisi di dettaglio - di natura antropologica e comunicazionale del contesto di riferimento, il giappone metropolitano odierno, al quale viene poi applicato un vero progetto di comunicazione. Progetto localizzato a Shimbashi, Tokyo, dove la rete di trasporto ferroviaria metropolitana viene potenziata con device innovativi che rispondono a precisi obiettivi sociali e individuali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1.1 - La città è morta? E’ opinione diffusa che la città, come forma organizzativa e come sistema economico-sociale, stia attraversando una profonda crisi che potrebbe anche, in un futuro non troppo lontano, eliminarla dalla concezione aggregativa della società. Ipotesi di questo studio è che ciò non sia vero, e che la problematicità del discorso in merito alla città derivi invece da un insieme di processi trasformativi dei quali gli strumenti disciplinari spesso non riescono a leggerne le caratteristiche. Una crisi strumentale che viene proiettata sull’oggetto d’analisi, rilevandone una patologia che invece più propriamente affligge un approccio eccessivamente monodisciplinare. Urbanistica, architettura (per quanto riguarda le scienze progettuali, che si occupano quindi di agire sul territorio), sociologia, antropologia (per quanto riguarda invece le scienze esplicative, che cercano di comprendere i trend evolutivi): prese singolarmente non riescono ad offrire un’adeguata “cassetta degli attrezzi”, che – in un panorama globale dominato da logiche incrociate, che mettono in “L’immagine che abbiamo della città è sempre un po’ anacronistica. Il caffè è degenerato in bar; l’ingresso che lasciava intravedere i cortili e la pergola è adesso un confuso porticato con un ascensore in fondo. Allo stesso modo, ho creduto per anni che a una certa altezza di calle Talcahuano mi aspettasse la Libreria Buenos Aires; una mattina constatai che era stata sostituita da un negozio di antiquario […].” Jorge Luis Borges, L’indegno “Mai come in questi anni il termine “città” appare rivelarsi di significato così aleatorio. La certezza del suo senso sembra essere svanita con la dissoluzione della sua ultima, unitaria e riconosciuta forma concreta” Marco D’Annuntiis, ExCity

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi