Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione del modello di Total Quality Management CMMi 1.1 (Capability Maturity Model Integration) in Capgemini Italia S.p.A

Lo scopo della tesi è quello di descrivere il processo d'implementazione del modello CMMi (Capability Maturity Model® - Integration) in una moderna azienda multinazionale della consulenza.

Il lavoro di tesi, svolto in azienda con la continua supervisione del Responsabile Qualità, ha l’obiettivo di descrivere nei tempi e nelle modalità il percorso che ha intrapreso la Capgemini Italia S.p.A, per implementare i dettami di un moderno modello di Total Quality Management, allo scopo di industrializzare e perfezionare la gestione dei propri processi aziendali e di istituzionalizzare il "miglioramento continuo".

La continua modificazione delle condizioni del mercato, il difficile momento industriale mondiale ed europeo, la complessità da parte delle aziende nel capire le necessità di una clientela sempre più esigente, hanno convinto una azienda multinazionale come la Capgemini Italia S.p.A, che il percorso verso la Qualità totale intrapreso con l’adozione dello standard ISO 9000, non possa essere più sufficiente.

L’implementazione di un Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) è condizione necessaria per conquistare e mantenere i clienti, ma non è sufficiente per mantenere la competitività sul mercato.

La competitività del mercato si può mantenere se e solo se l’organizzazione riesce a guardare dentro se stessa, cercando i malfunzionamenti, le aree di miglioramento, il continuo aggiornamento dei processi, approccio caratteristico delle “learning organization”.

L’organizzazione non si chiede più solo “quanto siamo progrediti negli ultimi anni” (la velocità del miglioramento), ma “quanto vorremmo migliorare”, individuando la via per imparare come procedere più speditamente nelle dimensioni dell’approccio, del deployment, dei risultati, del riesame.

I modelli per l’eccellenza, come il Capability Maturity Model Integration, aiutano l'azienda all'"efficentamento" ponendo la leadership al primo posto, enfatizzando (quanto già introdotto dalle norme ISO 9000) l’importanza di una forte sponsorizzazione dell’organizzazione per intraprendere un cammino complesso di business process rengineering dei processi e funzioni interne orientate al miglioramento continuo.

Il CMMI (Capability Maturity Model® - Integration) è un valido strumento per la definizione, la valutazione ed il miglioramento continuativo dei processi e delle pratiche di ingegneria di sistema (SE - System Engineering), di ingegneria del software (SWE – Software Engineering) e di sviluppo integrato di prodotti e processi (IPPD –
Integrated Process and Product Development). Il CMMI® consiste di un’insieme di best practice per la acquisizione, lo sviluppo, la integrazione e la manutenzione di prodotti e servizi.

Il lavoro di tesi illustra il cammino perseguito per preparare l'organizzazione all'assessment di terza parte individuando tre fasi principali:
- Fase 1 – Pre-assessment: fase preparatoria per analizzare lo stato attuale AS-IS
- Fase 2 – Assessment – Modifica processi: assessment e produzione process improvement
- Fase 3 – Deployment sui Processi: le modifiche sui processi individuate sono state sperimentate sui alcuni progetti pilota precedentemente identificati.

Al termine del lavoro eseguito sono state identificate le aree di miglioramento.

Per motivi di riservatezza non sono state riportate le azioni di miglioramento individuate, che rappresentano il patrimonio intellettuale dell'azienda.

Mostra/Nascondi contenuto.
Politica per la qualità del modello CMMi in Capgemini Italia s.p.A. Pag 4 di 53 0. INTRODUZIONE Il presente documento descrive il piano d’implementazione del modello CMMI 1.1 della Capgemini Italia S.p.A., con l’obiettivo di adottare la metodologia di Business process Impovement proposta dal modello 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 SCOPO Capgemini Italia S.p.A. ha deciso di intraprendere il percorso di certificazione CMMi allo scopo di perfezionare e di migliorare la gestione dei processi aziendali usufruendo di un modello universalmente riconosciuto tra le Aziende, che si sta confermando come la via più proficua verso il Total Quality Management; La via del Process Improvement segue un iter già ampiamente consolidato dalla Capgemini Italia S.p.A. tramite la definizione e l’utilizzo della metodologia DELIVER, il quale rappresenta il contenitore prinicipale della libreria dei processi standard di delivery adottati nel Service Offering, dal quale è stato apportunamente ritagliato il Sistema di Gestione dell Qualità (compatibile con le Norme Serie ISO 9000 Vision 2000). Lo Steering Committee ha guidato ed ampiamente promosso l’implementazione del modello CMMI nelle aree di excellence del gruppo (ADCC e La Spezia), al fine di migliorare e standardizzare i processi aziendali secondo quanto proposto dai più moderni modelli di Total Quality Management. Capgemini Italia S.p.A.: ADCC: SOFTWARE ENGINEERING Gruppo La Spezia: SOFTWARE ENGINEERING

Tesi di Master

Autore: Fabrizio Pieroni Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5684 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.