Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ipermercato tra marketing e semiotica

Si tratta dell'applicazione incrociata delle teorie del marketing e della semiotica ad un particolare oggetto di studio, qual'è l'ipermercato; partendo da un excursus teorico delle due discipline ci si addentra poi al mondo dell'ipermercato in generale, per poi concludere con il caso pratico dell'azienda Auchan S.p.A. di Mestre. Le conclusioni a cui si è arrivati sono sinteticamente che l'ipermercato è un vero e proprio oggetto di senso, frutto di una collaborazione interpretativa, e che quindi deve essere gestito come un tutto unico comunicante.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’ipermercato costituisce un’organizzazione complessa operante sul mercato, che come qualsiasi sistema, sviluppa al proprio interno relazioni tra le sue varie componenti ed intrattiene rapporti con gli altri sistemi all’esterno: risulta quindi un oggetto di studio avvicinabile da molteplici angolazioni, quali quella sociale, organizzativa, economica, giuridica, storica, ecc. Il percorso che si ha intenzione di intraprendere si vuole concentrare sull’ipermercato in quanto testo, ritenendo che esso possa esser letto come un qualsiasi racconto. In particolare, ciò consisterà in un’analisi che, utilizzando gli strumenti della teoria semiotica e facendo propri i risultati da essa raggiunti, avrà per oggetto il modo in cui l’ipermercato comunica se stesso, e quindi non solo i mezzi di comunicazione istituzionali, ma anche e soprattutto il modo in cui esso si mostra, o comunque appare concretamente. La necessità di uno studio di tal genere nasce soprattutto dal fatto che le tendenze del consumo sono molto cambiate nel tempo perché è lo stesso individuo ad esser diventato più complesso e sfaccettato, difficilmente quindi riconducibile a pochi cluster omogenei di comportamenti: di ciò si è recentemente accorto anche il marketing, che fa sempre più fatica a cogliere il lato immateriale di persone e oggetti, e che invece ha visto nella semiotica un’utile alleata per l’analisi di tutti quei segni che stanno alla base dell’intero universo semantico chiamato semiosfera. Allora lo scopo di questo studio sarà duplice, poiché da un lato si vuole fornire un ulteriore esempio del contributo che la teoria semiotica può dare al mondo del marketing e della comunicazione, grazie alla sua capacità di mettere in luce come si forma la componente semantica degli oggetti; dall’altro si ha intenzione di dimostrare che l’ipermercato costituisce un unicum, e che perciò va gestito come tale a tutti i livelli, ricercando sempre la massima coerenza in termini di significati veicolati, pena una sua percezione ambigua e contraddittoria. 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Eleonora Ferronato Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5942 click dal 15/09/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.