Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il linguaggio teatrale di Massimo Troisi

La tesi analizza il periodo teatrale di Troisi, dai primissimi esordi al 1969 fino al 1979, anno in cui di fatto La Smorfia (trio comico composto dallo stesso Troisi con Lello Arena e Enzo Decaro) si sciolse. Nel testo l'intento primario è analizzare il linguaggio d'attore di Troisi, la poetica che si snoda attraverso il suo corpo, il suo gesto e la sua voce, come parti di un unico discorso che rivela la sproporzione dell'uomo di fine secolo di fronte al potere "dei palazzi" ed al potere celeste, cioè Dio. Il linguaggio troisiano assume i caratteri di rottura con i canoni della comicità napoletana e dell'umorismo eduardiano, per rivelarsi parodia assoluta ed inevitabile del mondo, grottesco "non comunicare" per negarsi alle possibili interpretazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO SAN GIORGIO 1953

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Davide Iervolino Contatta »

Composta da 249 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6592 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.