Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità ed usabilità dei siti Web

Sempre più persone fanno affidamento sul Web per concludere affari, comunicare, collaborare, condurre ricerche ed altro ancora. Purtroppo, però, chiunque utilizzi il Web, sia sporadicamente che in maniera intensiva, prova in certi casi un senso di frustrazione e di smarrimento, generato dalla difficoltà di accesso alle informazioni. Navigando si fa spesso fatica a ricordare qual'era il punto da cui si è partiti, altre volte ci si spazientisce aspettando che venga scaricata una lunga animazione, che nulla aggiunge a ciò che si stava cercando. Queste esperienze fanno ormai parte del bagaglio comune di tutti i navigatori Internet, e sono sintomo del fatto che il Web è un mezzo ancora “immaturo” per il quale occorre definire una progettazione più ragionata, non basata solo sulle regole del buon senso.
Chi realizza siti Web, talvolta, crede di poter attirare visitatori rendendo il sito “gradevole” con grafica spettacolare e pesanti animazioni; un utente può probabilmente essere attratto dagli effetti speciali, ma resterà e tornerà su quel sito solo se ha trovato con facilità i contenuti adeguati alle sue aspettative, se può interagire con essi e se può personalizzare la sua navigazione, in modo tale da essere messo in condizione di trovare un percorso adatto alle sue esigenze.
Un sito Web deve, quindi, nascere con l’intento di soddisfare i bisogni dell’utente-navigatore, deve cercare di soddisfare al meglio le sue necessità mettendolo in posizione “dominante”. L’utente frustrato, confuso, incapace di muoversi vantaggiosamente all’interno del sito, difficilmente porterà a termine una transazione o sarà invogliato a tornare a visitarlo e come si è soliti dire, la concorrenza nel mondo di Internet è ad un click di mouse.
A mano a mano che il Web entra nell’esperienza quotidiana, ci si aspetta che diventi completamente funzionale agli obiettivi per cui è stato creato ed utilizzato. La fruizione di Internet, infatti, si sta spostando da un approccio esplorativo e centrato sulla novità della tecnologia, verso un approccio più esigente, che non si accontenta più che le varie organizzazioni (aziende, enti, ecc) stiano sulla rete, ma che ci stiano bene, con siti di alta qualità.
E’ per questo motivo che negli ultimi anni gli specialisti d’oltre oceano e quelli delle realtà scandinave, tradizionalmente più avanti degli altri nell’utilizzo di Internet, si stanno ponendo il problema dell’usabilità dei siti Web.
Con questo lavoro di tesi si intende presentare l’usabilità come una caratteristica determinante nella qualità di un servizio Web.

Mostra/Nascondi contenuto.
VII INTRODUZIONE Non molti anni fa un uomo di nome Tim Benners-Lee inventò un sistema utilizzabile dai ricercatori di tutto il mondo per condividere documenti scientifici. Il resto è storia. Lo strumento creato da Benners si sarebbe ben presto trasformato nella tecnologia caratterizzata dallo sviluppo più rapido di tutta la storia dell’umanità: il Word Wide Web; in molti la considerano la più grande conquista innovativa dopo quella della televisione o del telefono. La sua crescita è stata vertiginosa: se ci sono voluti 38 anni perché l’apparecchio telefonico entrasse nelle case del 38% degli americani e 17 anni affinché anche la televisione diventasse altrettanto disponibile, Internet, 1 grazie al Word Wide Web, in America ha impiegato meno di sette anni per raggiungere un livello si diffusione popolare pari al 30% . Sempre più persone fanno affidamento sul Web per concludere affari, comunicare, collaborare, condurre ricerche ed altro ancora. Purtroppo, però, chiunque utilizzi il Web, sia sporadicamente che in maniera intensiva, prova in certi casi un senso di frustrazione e di smarrimento, generato dalla difficoltà di accesso alle informazioni. Navigando si fa spesso fatica a ricordare qual era il punto da cui si è partiti, altre volte ci si spazientisce aspettando che venga scaricata una lunga animazione, che nulla aggiunge a 1 E’ opportuno specificare la distinzione esistente tra Internet e World Wide Web. Sebbene il Web utilizzi Internet, esso si riferisce in modo specifico all'insieme delle informazioni, uno spazio astratto di conoscenze, a detta di Berners-Lee, mentre il concetto di Internet definisce la parte fisica della rete globale vista come insieme di calcolatori, reti locali e reti geografiche.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marzia Carozza Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8251 click dal 28/09/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.