Skip to content

Carthamus tinctorius: opportunità di impiego alimentare

Informazioni tesi

  Autore: Arianna Tanzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Diana De Santis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

Alla base di questo studio vi è una pianta poco conosciuta in Italia, il Carthamus tinctorius. Particolare attenzione è stata posta alla ricerca di informazioni sulle caratteristiche botaniche, colturali, tassonomiche del cartamo, nonché impieghi, proprietà nutraceutiche ed i molteplici prodotti che si possono ottenere da tale coltura. La tesi è articolata in tre capitoli più le conclusioni. Nel primo capitolo viene affrontato il tema della provenienza del cartamo e la sua evoluzione negli anni, a partire dagli antichi egizi fino ai giorni nostri. Inoltre, viene fatta un’analisi approfondita sulla tassonomia, le caratteristiche botaniche e colturali del cartamo. Nel secondo capitolo viene messa in evidenza l’estrema versatilità del cartamo. Viene effettuata un’accurata suddivisione degli organi e delle porzioni della pianta che possono essere lavorate, nonché i prodotti che si possono ottenere dalle medesime parti. I risultati di numerosi studi fitochimici (isolamento, analisi, purificazione e caratterizzazione della struttura chimica e dell’attività biologica) condotti da diversi ricercatori, hanno permesso di identificare molti dei composti chimici favorevoli per l’organismo umano, quali flavonoidi, alcaloidi, acidi organici e poliacetileni. Tali composti dotati di proprietà benefiche per il nostro organismo, non sono presenti esclusivamente nell’olio che si estrae dai semi, bensì anche nei pigmenti coloranti che si estraggono dalle infiorescenze: la cartamina, la cartamidina, la safflomina A, B e C, la quercetina, la tinctromina ed il kaempferolo.
La particolare composizione dell’olio di cartamo, lo rende adatto ad una alimentazione bilanciata, capace di apportare molteplici benefici al nostro organismo. La produzione mondiale del cartamo, a partire dagli anni sessanta ad oggi, ha subito un evidente miglioramento, sia per le tecnologie di estrazione (tecnologie di estrazione a freddo) e produzione dell’olio di cartamo, che per la selezione dei semi che hanno reso la coltura più gestibile (assenza di spine).
Da un confronto tra Italia, paesi europei ed extraeuropei a livello di settore alimentare, cosmetico e petrolifero, è emerso, che, al di fuori del contesto italiano, il cartamo è notevolmente apprezzato e valorizzato. Vengono realizzati moltissimi prodotti alimentari e non, attraverso olio o estratto di cartamo e al contempo, in ambito extraeuropeo (soprattutto in America), l’olio viene utilizzato principalmente per la realizzazione di biocarburanti. In Italia il cartamo è poco noto, dall’indagine condotta per questo studio, che ha preso in considerazione i punti vendita della Grande Distribuzione (Coop, Esselunga, Selex, Carrefour, Auchan, Pam Panorama ed Eurospin, Famila e Bennet) e della Distribuzione Organizzata (Conad, Crai, Despar, MD e Sigma), dopo aver accuratamente diviso i prodotti a brand commerciale da quelli a brand privato, è emerso che l’olio e l’estratto di cartamo trovano un impego maggiore nella realizzazione di prodotti a brand commerciale, piuttosto dei prodotti a brand privato e ancora, per la realizzazione di cosmetici, piuttosto che di prodotti alimentari. In particolare, per ciò che concerne gli alimenti, il cartamo viene utilizzato maggiormente sotto forma di colorante, soprattutto in virtù del divieto dell’utilizzo di determinati coloranti, e l’obbligatorietà di riportare in etichetta la presenza di qualsiasi tipo di colorante, all’interno dei prodotti alimentari.
Con l’intenzione di approfondire ed ultimare la ricerca di mercato, è stato realizzato un questionario, compilato da 500 persone (almeno una per regione italiana), con l’obiettivo di mettere in evidenza il grado di conoscenza della popolazione sul cartamo.
L’obiettivo di questa tesi di laurea quindi è stato quello di eseguire un’analisi completa sulla coltura del cartamo e di verificare quanto fosse possibile proporlo come alternativa all’utilizzo di determinati componenti alimentari, come l’olio di colza o di palma e altri coloranti, che spesso vengono utilizzati per la produzione degli alimenti che affollano i banconi e gli scaffali dei supermercati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
P a g . | 1 INT RO DUZ IO NE Alla ba se di que sto studio vi è una pia nta poc o c onosc iuta in Ita lia , il C arthamus tinc torius . Pa rtic ola re a tte nz ione è sta ta posta a lla ric e rc a di informa z ioni sulle c a ra tte ristic he bota nic he , c oltura li, ta ssonomic he de l c a rta mo, nonc hé impie ghi, proprie tà nutra c e utic he e d i molte plic i prodotti c he si possono otte ne re da ta le c oltura . L a te si è a rtic ola ta in tre c a pitoli più le c onc lusioni. Ne l primo c a pitolo vie ne a ffronta to il te ma de lla prove nie nz a de l c a rta mo e la sua e voluz ione ne gli a nni, a pa rtire da gli a ntic hi e giz i fino a i giorni nostri. Inoltre , vie ne fa tta un’a na lisi a pprofondita sulla ta ssonomia , le c a ra tte ristic he bota nic he e c oltura li de l c a rta mo. Ne l se c ondo c a pitolo vie ne me ssa in e vide nz a l’e stre ma ve rsa tilità de l c a rta mo. Vie ne e ffe ttua ta un’a c c ura ta suddivisione de gli orga ni e de lle porz ioni de lla pia nta c he possono e sse re la vora te , nonc hé i prodotti c he si possono otte ne re da lle me de sime pa rti. I risulta ti di nume rosi studi fitoc himic i (isola me nto, a na lisi, purific a z ione e c a ra tte riz z a z ione de lla struttura c himic a e de ll’a ttività biologic a ) c ondotti da dive rsi ric e rc a tori, ha nno pe rme sso di ide ntific a re molti de i c omposti c himic i fa vore voli pe r l’orga nismo uma no, qua li fla vonoidi, a lc a loidi, a c idi orga nic i e polia c e tile ni. T a li c omposti dota ti di proprie tà be ne fic he pe r il nostro orga nismo, non sono pre se nti e sc lusiva me nte ne ll’olio c he si e stra e da i se mi, be nsì a nc he ne i pigme nti c olora nti c he si e stra ggono da lle infiore sc e nz e : la c a rta mina , la c a rta midina , la sa fflomina A, B e C , la que rc e tina , la tinc tromina e d il ka e mpfe rolo. L a pa rtic ola re c omposiz ione de ll’olio di c a rta mo, lo re nde a da tto a d una a lime nta z ione bila nc ia ta , c a pa c e di a pporta re molte plic i be ne fic i a l nostro orga nismo. L a produz ione mondia le de l c a rta mo, a pa rtire da gli a nni se ssa nta a d oggi, ha subito un e vide nte migliora me nto, sia pe r le te c nologie di e stra z ione (te c nologie di e stra z ione a fre ddo) e produz ione de ll’olio di c a rta mo, c he pe r la se le z ione de i se mi c he ha nno re so la c oltura più ge stibile (a sse nz a di spine ). Da un c onfronto tra Ita lia , pa e si e urope i e d e xtra e urope i a live llo di se ttore a lime nta re , c osme tic o e pe trolife ro, è e me rso, c he , a l di fuori de l c onte sto ita lia no, il c a rta mo è note volme nte a ppre z z a to e va loriz z a to. Ve ngono re a liz z a ti moltissimi prodotti a lime nta ri e non, a ttra ve rso olio o e stra tto di c a rta mo e a l c onte mpo, in a mbito e xtra e urope o (sopra ttutto in Ame ric a ), l’olio vie ne utiliz z a to princ ipa lme nte pe r la re a liz z a z ione di bioc a rbura nti. In Ita lia il c a rta mo è poc o noto, da ll’inda gine c ondotta pe r que sto studio, c he ha pre so in c onside ra z ione i punti ve ndita de lla Gra nde Distribuz ione (C oop, E sse lunga , Se le x, C a rre four, Auc ha n, Pa m Pa nora ma e d E urospin, Fa mila e B e nne t) e de lla Distribuz ione Orga niz z a ta (C ona d, C ra i, De spa r, MD e Sigma ), dopo a ve r

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

italia
settore alimentare
questionario
indagine di mercato
supermercato
proprietà nutraceutiche
olio di cartamo
estratto di cartamo
carthamus tinctorius l.
eco - friendly

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi