Skip to content

New York stories. La Grande Mela nei film di Scorsese.

Solitudine e violenza di una città in Taxi driver

Taxi driver è stato girato in un’estate particolarmente calda in cui “vi era una strana atmosfera, come se uno strano umido virus aleggiasse sopra la città” (Scorsese M., 'Scorsese secondo Scorsese'), così potente da riuscirne anche a sentire l’odore, che ha probabilmente potenziato la sensazione di oppressione che traspare da esso.
Per la prima volta, Scorsese gira a New York, ma allontanandosi dal quartiere di Little Italy.

E, cosa insolita nella sua filmografia, non è stato lui l’autore della storia, ma Paul Schrader, e nonostante ciò, essendo cresciuto e vissuto a New York, è riuscito comunque a farla sua riempiendola delle sue personali impressioni sulla città. La sceneggiatura di Schrader è venuta alla luce dopo la fine del suo matrimonio provocandogli una depressione tale da farlo vagare insonne e senza meta per Los Angeles per settimane, sostentandosi prevalentemente bevendo alcolici.
La metafora che quindi partorì è stata quella dell’uomo che si muove in città come un animale nel suo habitat: da notare, a questo proposito, le immagini che aprono il lungometraggio, in cui una serie di soggettive dell’autista mostrano New York di notte, in un montaggio che alterna l’immagine degli occhi del protagonista a quelle della città in movimento.

La figura del tassista, uno dei mestieri più comuni di New York, qui rappresentata, è quella di un uomo circondato costantemente da gente ma senza amici, mentre l’automobile su cui si sposta diventa il “simbolo della solitudine urbana, una bara metallica” (Bertolina G.,Martin Scorsese,).
Schrader, prima di scrivere la sceneggiatura, ha riletto La nausea di Sartre, perché ha sentito che il suo protagonista era simile ad un eroe esistenziale, in quanto egli s’interroga in continuazione sulla ragione di ciò che gli accade intorno e, implicitamente, anche sul senso della sua esistenza.
Quando Scorsese legge questo copione, si rende conto che ciò che prova Travis sono sentimenti comuni a molte persone, soprattutto se queste risiedono in metropoli come New York. Secondo il regista, infatti, “quando vivi in una città, ti accorgi che gli edifici invecchiano […] che i ponti e i tunnel hanno bisogno di riparazioni.Parallelamente, anche la società decade […]. Così provi un senso di frustrazione altalenante” (Scorsese M.,Scorsese secondo Scorsese)

Questo brano è tratto dalla tesi:

New York stories. La Grande Mela nei film di Scorsese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elvira Fiore
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Silvia Leonzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

italoamericani
new york
cinema
film
colonna sonora
musical
metropoli
woody allen
little italy
mean streets
soho
fuori orario
quartiere
martin scorsese
robert de niro
taxi driver
b-movies
spike lee
gangs of new york
grande mela
l'età dell'innocenza
commedia rosa
al di là della vita
harvey keitel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi