Skip to content

L'Efficiente Energetica: Scenari ed Opportunità di Mercato

Trend del mercato dell’efficienza energetica

Dopo aver elencato una serie di quelli che sono i competitors diretti e indiretti del business dell’efficienza energetica che in questo momento stanno portando avanti dei progetti che vertono sulla diffusione della stessa, ora è possibile tracciare un quadro completo per identificare i trend e le tendenze che si registrano sia per le utilities sia per gli altri attori presenti sul mercato come outsider o che si trovano lungo la catena del valore. Per completezza analizzeremo separatamente le due categorie per omogeneizzare i risultati delle osservazioni.
Sul fronte delle utilities è indubbio come l’attenzione sia spostata sulla fase vendita dell’energia, con iniziative che vanno dall’installazione di contatori intelligenti a impianti di microgenerazione, e quindi è evidente come la maggior parte degli sforzi dei gestori sia incentrata sui consumatori finali, che rappresentano il fine ultimo delle loro proposte.

L’utilizzatore finale è visto come il centro del mondo dell’efficienza energetica e le imprese stanno portando avanti iniziative che da un lato vanno a facilitare e a rendere più economico l’approvvigionamento di energia, e dall’altro rendono il consumatore finale un vero e proprio fornitore di energia di sé stesso, con impianti tecnologicamente avanzati che sfruttano la prima e la seconda generazione di energie rinnovabili. Assieme ai contatori e alla microgenerazione, vi sono i servizi di audit energetico, offerti da molte utilities con lo scopo di analizzare i processi e la gestione delle abitazioni per individuare possibili soluzioni di efficienza energetica applicabili e sensibilizzare il consumatore finale ad adottarli.
Prettamente collegate poi ai sistemi di microgenerazione delle abitazioni private vi sono, nella fase della distribuzione dell’energia elettrica, le SmartGrids, infrastrutture cui le utilities stanno dedicando la maggior parte delle proprie risorse e investimento che sembra imprescindibile per qualsiasi operatore continentale. Sempre nella distribuzione un altro investimento, sebbene in misura minore ma comunque onnipresente nei programmi delle utilities, sono le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, che stanno registrando un boom nella produzione e nella vendita, e di conseguenza stanno richiedendo migliorie nelle infrastrutture, ad oggi scarse e poco diffuse.
Salendo lungo la catena del valore possiamo identificare come un investimento molto comune a tutte le utilities nella fase di produzione sono gli impianti per la Carbon Capture and Storage (CCS): dobbiamo specificare come non siano direttamente gli impianti CCS a portare efficienza energetica alla produzione di energia di una utilities bensì gli interventi complementari che questi impianti richiedono per restaurare l’efficienza originale o superiore) nell’impianto oggetto dell’installazione; implementando un CCS a una centrale esistente il risultato sarebbe l’opposto, in quanto a parità di risorse consumate per il funzionamento l’output sarebbe minore. Il CCS però viene considerato parte degli interventi per incrementare l’efficienza energetica in quanto le produttiva e restaurare le condizioni precedenti (se non superiori).
Altro dato significativo riguarda gli accordi con enti pubblici ed istituzioni per i contratti di fornitura di lampade ad alta efficienza energetica per tratti stradali ed edifici pubblici, che di fatto sottolinea come le utilities ritengano importanti i contatti con le istituzioni che si trovano a dover rimodernare i propri impianti e le proprie infrastrutture in ottemperanza delle direttive nazionali (come visto nel Piano di Efficienza Energetica Italiano) o sovranazionali (come col 202020).
Per quanto riguarda invece gli outsider del mercato e gli altri attori che investono in efficienza energetica si può notare come la tendenza sia di nuovo quella di porre al centro delle proprie politiche il consumatore finale, e attorno a lui la propria abitazione: i progetti incentrati sulle SmartHome e la Home Efficiency sono onnipresenti tra tutti gli attori considerati e sebbene in diverse misure tutti pongono attenzione sul ruolo dell’ambiente domestico come principale sede dell’efficienza energetica. Gli SmartMeters, sistemi che permettono di monitorare il consumo di energia e permetterne una razionalizzazione dell’utilizzo, risultano imprescindibili se si parla di servizi al cliente e l’assistenza costituisce un punto di forza. Allo stesso modo l’audit energetico è molto diffuso e molti operatori offrono servizi simili.

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'Efficiente Energetica: Scenari ed Opportunità di Mercato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Rossi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Luigi Ferraris
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi