Skip to content

Women's Role in the Late-Victorian England: George Gissing's The Odd Women and the 19th century Debate on Marriage and Divorce

George Gissing’s Description of London in ‘The Odd Women’

In his novel ‘The Odd Women’, George Gissing describes London and all the places which are very important for the storytelling.
In this novel, there is an interesting connection between women and public spaces. Edmund Widdowson tries to restrict Monica’s movement around the city by marrying her, he argues that: ‘It is only this cursed London that has come between us’. He blames the underground, the transport services and all the places which he considers the cause of his separation from his wife.
Two other girls of the novel, Amy Drake and Miss Eade are accused of immorality because of their mobility in public spaces. Miss Eade, in fact, becomes a prostitute at Victoria Station. Gissing seems to believe that, for some women, freedom and independence can be very dangerous. Monica Madden loves to travel and makes frequent journeys alone (against her husband’s will). The underground represents a place where she can feel independent, but also an ideal place for long conversations.
In chapter XVIII, for example, Sloane Square Station is the place where Monica accidentally met Everard Barfoot, they travelled together and ‘[...] talked with a new appearance of mutual confidence and interest [...]’. Their friendly conversation was about marriage and relationships, later they reached Bayswater, where Everard lived, and she continued her travel alone until her stop at Portland Road.
This novel also shows the way in which women move around the city freely and alone. They know that they are subjected to the male gaze of potential suitors or jealous husbands, but their desire of freedom and independence is stronger than any possible accusation against them. Monica is a great example, she travels alone from the South London suburb of Herne Hill and she visits Battersea (where her sisters live), Regent’s Park, Bayswater (where both Everard Barfoot and her lover Bevis live) and also the Royal Academy art exhibition at Burlington House. The feminists Mary Barfoot and Rhoda Nunn live in Chelsea and run their important school in Great Portland Street.
Virginia, Monica’s sister, is another woman who walks alone around the city. She moves from Battersea Park, over Chelsea Bridge, through Victoria and Charing Cross and when she comes back home, she succumbs to a secret vice, solitary drinking, in the bar at Charing Cross Station. These women are perfectly capable of moving around the city by themselves, without any guide, especially without a male guide. For example, Monica’s confidence is also the consequence of her working experience. She was a shop-girl in a draper’s on Walworth Road, a trainee typist in Great Portland Street, then she got married and went living to Herne Hill.
She experienced both the life of working-class women and that of wealthy women. However, the change in her status did not prevent her from walking around the city alone, visiting her sisters and friends. Her desire for freedom was one of the reasons why she always quarrelled with her husband who did not want her wife to walk alone:

‘Oh, but I can't have you going about alone at night.
Why not? answered Monica, with a just perceptible note of irritation.
Are you afraid I shall be robbed or murdered?
Nonsense. But you mustn't be alone.
Didn't I always use to be alone?
He made an angry gesture’.


Edmund Widdowson is completely jealous of his wife and he thinks that respectable women should not walk alone, he refuses to accept Monica’s attitude and her continuous desire for independence. He argues that she is a married woman and must accept her husband’s will. Monica, however, does not care for what her husband thinks about her behaviour.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Women's Role in the Late-Victorian England: George Gissing's The Odd Women and the 19th century Debate on Marriage and Divorce

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rossella Pratticò
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Corso di Laurea Magistrale in Lingue Moderne: Letterature e Scienze della Traduzione
  Relatore: Maria Serena Marchesi
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 164

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

women
george gissing
the odd women
debate on marriage and divorce
19th century

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi