Skip to content

La strategia della co-creazione di valore: Intercos e il caso Madina Milano

Marchio ''Madina'' - Il dialogo virtuale

Sulla scia “rosa” che ha trasformato, nel corso degli ultimi anni, internet in un vero e proprio “forum al femminile”, anche il brand “Madina Milano” si lancia nella sfida virtuale con l’apertura, nel 2010, del primo store on-line. L’idea del sito nasce nel duplice intento di commercializzare i prodotti della linea - a marchio “Madina Milano” e “Madina Revolution” - e raggiungere in modo rapido e immediato un pubblico sempre più vasto di consumatrici sia nazionali che estere.
Nell’ottica di favorire l’instaurazione di un dialogo sempre più interattivo tra impresa e consumatore, l’azienda si avvale, altresì, di strumenti a potenziamento delle opportunità offerte dal sito web: oltre al catalogo completo dei prodotti in gamma, inserisce, nella home page del sito, link di collegamento a diverse piattaforme (canale ufficiale di Madina su “Youtube”, fanpage di “Facebook”) e blog interattivi attraverso i quali postare idee, commenti e/o informazioni.
La scelta aziendale nell’identificare nel sito web il luogo d’interazione “ideale” tra impresa e consumatore, è giustificabile alla luce delle caratteristiche peculiari dello strumento virtuale scelto, in grado di favorire, in un’ottica di co-creazione, il raggiungimento di un rapporto di stretta collaborazione tra impresa e consumatore: esistenza di un forum (sito internet); comunione d’interessi tra impresa e consumatore (mondo del make-up) , presenza di regole di comportamento (disciplinate dalla rete).
A distanza di pochi mesi dall’apertura del primo store on-line, l’azienda decide, però, di dedicare ancor più spazio a coloro che definisce essere “i veri protagonisti della scena”, operando affinché il ruolo del consumatore non si limiti alle sole fasi di consumo e post-consumo, ma si estenda a fasi antecedenti della catena del valore – attività di design e marketing. Nasce, così, sul sito web, una sezione “fai da te”, destinata a tutte le consumatrici che desiderano personalizzare il proprio oggetto di make-up in un modo creativo ed originale. In particolare, l’iniziativa ribattezzata “Customizing space” offre la possibilità alle consumatrice di personalizzare il proprio fard “Madina Milano” – “Customizing Powder” - con l’aggiunta di messaggi impressi nella polvere compatta e scegliere la texture preferita tra quelle disponibili.
“La collezione customizing di Madina”, spiega la portavoce, “nasce, in realtà, da un idea suggeriteci dall’osservazione di alcune dinamiche provenienti direttamente dal mondo del web. Avevamo notato che tra i video più cliccati del canale “Youtube” ve ne erano diversi nei quali si insegnava come costruire le c.d “cd-palette”: alcune ragazze armate di custodie cd, taglierini e pinzette mostravano come staccare cialdine di ombretti dalla custodia originale, riporle sulla base di un porta cd vuoto e creare in modo originale e personalizzato la decorazione della propria palette”.
“L’osservazione di tali fenomeni”, prosegue la portavoce “ci ha invitato a riflettere su cosa e come potessimo fare per lasciare più spazio alle nostre consumatrici affinché potessero personalizzare i nostri prodotti, rendendole partecipi delle scelte di design. Nasce così l’idea della “Customizing Powder” , una strategia che, a distanza di tempo, si rivela ancora di grande successo”.
Come spiega la portavoce “l’iniziativa, nata nell’intento di aumentare il grado di coinvolgimento del consumatore, si colloca in realtà all’interno di un progetto aziendale molto più ampio, volto a trasformare gradualmente la figura del consumatore in un individuo che possa fondere in sé, oltre all’attività di consumo, attività tradizionalmente aziendali, divenendo il principale partner strategico.
A tal proposito, l’azienda comincia a sfruttare, collateralmente al sito web, le potenzialità offerte dalla piattaforma Youtube tramite l’apertura di un canale monotematico dedicato al brand. Sul canale vengono postati periodicamente - solitamente in occasione dei lanci delle nuove collezioni – i c.d. “video tutorial” girati dalle make-up artists di “Madina” che mostrano, tramite l’uso dei prodotti della linea, gli step fondamentali per la creazione di look sempre nuovi. “L’utilizzo del canale “Youtube”, dichiara una portavoce di Intercos “ci ha consentito di creare un legame ancor più stretto con tutta la nostra community, diventata ormai oggi il nostro miglior partner strategico”.
Tramite l’uso del canale il consumatore diviene, infatti, promotore indiretto di iniziative di marketing che si concretizzano in un vero e proprio “passaparola virtuale” attraverso l’uso di video-tag - in risposta a video precedentemente caricati da altri utenti - oppure attraverso commenti postati direttamente sotto i video caricati. Grazie all’uso di tali strumenti, l’interscambio tra impresa e consumatore avviene, dunque ,ripetutamente ed in qualsiasi momento favorendo altresì, in un’ottica di co-creazione, l’attivazione di un modello di interazione di tipo uno a molti.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La strategia della co-creazione di valore: Intercos e il caso Madina Milano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alice Pocorobba
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Commercio estero
  Relatore: Barbara Del Bosco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
make-up
settore cosmetico
color cosmetics
strategia di co-creazione
strategy of co-creation
madina
beauty
intercos
cosmetic industry

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi