Skip to content

I am Multisensorial, the Contribution of Designin to Child Neurorehabilitation

Pedagogia curativa di R.Steiner

Rudolf Steiner (Donji Kraljevec, 27 febbraio 1861 – Dornach, 30 marzo 1925) è il fondatore dell’antroposofia, di una particolare corrente pedagogica ( 1 pedagogia Waldorf), di un tipo di medicina (la medicina antroposofica o steineriana) oltre che l’ispiratore dell’agricoltura biodinamica, di uno stile architettonico e di uno pittorico. Ha posto anche le basi dell’euritmia e dell’arte della parola.

Si è occupato inoltre di filosofia, sociologia, antropologia e musicologia. Secondo Rudolf Steiner la pedagogia è un’arte e dunque il maestro deve avere una “vocazione” per l’insegnamento. Un buon maestro genera buoni alunni, così come un cattivo maestro ne genera di cattivi. L’insegnamento non è solo un freddo passaggio di informazioni, ma è una relazione tra due esseri umani, in cui uno è assetato di conoscenza e l’altro è votato a trasmettere tutto il proprio sapere, umano ed intellettuale. Su questa concezione pedagogica Steiner applica le sue teorie antroposofiche generando nuove terapie.

Nasce, dunque, nel 1924 la pedagogia curativa il cui scopo è quello di favorire nel loro sviluppo le forze animico-spirituali impedite nella loro esplicazione da deformità varie, da disturbi o ritardi dovuti a malattie o all’ambiente sociale. Il principio fondamentale della pedagogia curativa è collegato direttamente a quello della medicina antroposofica sviluppata da Steiner negli anni venti ed è possibile ritrovarlo nel sostantivo ‘antroposofia’: “antrhopos” (uomo), sophia (saggezza), da cui si ricava che l’uomo che conosce se stesso è al centro dell’universo, ed egli è in grado di pensare, sentire e volere. Un aspetto fondamentale infatti è la tripartizione funzionale dell’uomo :

- Sistema neuro-sensoriale, che sta a fondamento del pensare;
- Sistema ritmico (principalmente sistema respiratorio e sistema cardiocircolatorio), che sta a fondamento del sentire;
- Sistema del ricambio e delle membra (principalmente ricambio energetico e apparato locomotore), che sta a fondamento del volere.

La concezione antroposofica considera le qualità psichiche come pervadenti l’uomo intero e non solo il sistema nervoso. La tripartizione delle funzioni psichiche e di quelle organiche ad esse correlate del volere. La concezione antroposofica considera le qualità psichiche come pervadenti l’uomo intero e non solo il sistema nervoso. La tripartizione delle funzioni psichiche e di quelle organiche ad esse correlate, frutto di una trentennale attività di ricerca spirituale da parte di Rudolf Steiner, si esplica nella totalità dell’organismo, nei sistemi organici, negli organi, nei tessuti e nelle cellule in senso sia morfologico sia funzionale e subisce delle modifiche con l’età dell’individuo. La medicina antroposofica, che è andata ad ampliare la medicina convenzionale, ha introdotto nuove tecniche alla pedagogia curativa come la terapia artistica sotto forma di euritmia curativa, arte della parola, musicoterapia, pittura, modellaggio e balneoterapia, con indicazioni fornite, in collaborazione con i medici curanti, da terapisti professionalmente qualificati ed idonei “nell’arte dell’insegnare”.

L’acquisizione della motricità infatti, stimola lo sviluppo dei sensi su periori : parola e pensiero. Inoltre precisione, disciplina e perseveranza sono qualità che debordano l’aspetto lavorativo e strutturano lo psichismo. “...ll nostro giusto compito come educatori è quello di rimuovere gli ostacoli. Ogni bambino di qualsiasi età porta qualcosa di nuovo nel mondo. Ed è nostro compito come educatori, di rimuovere gli ostacoli fisici e psichici dal suo cammino, rimuovere gli ostacoli affinché il suo spirito possa manifestarsi nella vita in piena libertà...” Rudolf Steiner 1924 “Elementi fondamentali per un ampliamento dell’arte medica” Steiner in questa breve descrizione del concetto di terapia antroposofica ci indica uno degli aspetti fondamentali della pedagogia curativa, ovvero quello della “cura dell’anima del paziente”, mettendo in evidenza l’importanza dei sentiment

Questo brano è tratto dalla tesi:

I am Multisensorial, the Contribution of Designin to Child Neurorehabilitation

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Leonardo Mancini
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2011-12
  Università: University of Wales / Accademia Italiana Design
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Disegno Industriale
  Relatore: Jacopo Giagnoni
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 111

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terapia e design
neuroriabilitazione infantile
giochi terapeutici
design terapeutico
forma e percezione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi