Skip to content

A “Special Nuclear Relationship”: Le origini della cooperazione atomica esclusiva tra Gran Bretagna e Stati Uniti d'America (1941-1946)

L’Atomic Energy Act

Nel corso della guerra il Regno Unito stabilì una così stretta collaborazione con gli Stati Uniti negli studi sull’energia atomica che la cooperazione in questo campo divenne una parte integrante dei piani strategici inglesi. La condivisione di informazioni tecniche venne ufficialmente riconosciuta e regolamentata in una serie di accordi stipulati tra i due Governi (più quello del Canada) durante la guerra.

“The bases of our collaboration with the United States are to be found in the Agreements between Mr. Winston Churchill and the late President Roosevelt of August 19th, 1943, and September 18th [19th], 1944…”

Ciò che è importante notare è il particolare che sia l’Accordo di Québec che il promemoria dell’incontro a Hyde Park, vennero firmati dal presidente Roosevelt ma non approvati dal Congresso degli Stati Uniti. Questo fu motivato dal fatto che, in tempo di guerra, il Presidente degli Stati Uniti ha il potere di approvare autonomamente simili decisioni, ricoprendo anche il ruolo di Comandante in Capo delle forze armate. Come conseguenza i Governi successivi a quello di Roosevelt non potevano essere considerati vincolati da tali accordi.
I leader politici inglesi, pur essendo a conoscenza di questo aspetto legale, erano convinti, dal contenuto degli accordi (il promemoria di Hyde Park assicura esplicitamente la prosecuzione della collaborazione anche dopo la guerra) e dalla mole del contributo scientifico dei propri scienziati, che il progetto nucleare anglo-americano sarebbe continuato come una relazione alla pari, anche dopo la fine delle ostilità.

“Relations with the United States authorities have in the main been good in recent months, but with the end of the war they are now entering a critical phase. The organisation and the personnel of the United States side are changing, the whole question of the utilisation of atomic energy is before Congress and the disparity of current effort between the United States and the United Kingdom makes it difficult to maintain the equal partnership in the enterprise for which the Québec Agreement provided.”

Nonostante le speranze degli inglesi dopo il 1945 gli americani iniziarono a essere sempre più restii a fornire informazioni tecniche sui progressi delle loro ricerche sul nucleare.
Le cause di questo comportamento sono molteplici: innanzitutto gli americani, essendo in pratica l’unica potenza atomica nello scenario internazionale, desideravano mantenere il monopolio sulla bomba atomica. Un altro motivo fu la scarsa fiducia riposta negli inglesi per tutto ciò che riguardava la gestione del progetto nucleare. Gli americani temevano sia che la Gran Bretagna stesse progettando di sviluppare una bomba per conto suo, sia che non fosse in grado di mantenere nei propri laboratori un livello di sicurezza tale da evitare il pericolo di spionaggio, in particolare da parte dei Russi. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

A “Special Nuclear Relationship”: Le origini della cooperazione atomica esclusiva tra Gran Bretagna e Stati Uniti d'America (1941-1946)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Adorati Menegato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Antonio Varsori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

guerra
relazioni
diritti
umani
stati
internazionali
atomica
uniti
bretagna
gran

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi