Skip to content

Made in Japan: storia e cultura

L’iniziativa Cool Japan

L’immagine diffusa nel mondo dei prodotti made in Japan deriva da un fortunato connubio di elementi che mescolano al proprio interno diversi aspetti sociali, economici e culturali esclusivi del Sol levante, abilmente intercettati dall’Esecutivo che nel 2002 ha promosso un progetto nazionale volto a sponsorizzare un senso specifico d’identità noto come Cool Japan: il premier Junichiro Koizumi dichiarò infatti che il Governo avrebbe intrapreso una politica nazionale volta a ringiovanire l’immagine del Paese attraverso la diffusione di beni innovativi e creativi che avrebbero costruito una nuova Country image, veicolando tutte le possibili strategie in un gabinetto interministeriale noto come Consiglio Strategico sulla proprietà intellettuale.
Il Consiglio Strategico approvò un programma pluriennale di tutela del copyright per la promozione del made in nazionale sfruttando il valore simbolico delle marche nipponiche a livello globale. La strategia adottata dal Governo si concentrò nella sponsorizzazione di articoli che univano gli aspetti della creatività alla tradizione locale. Un esempio concreto concerne l’iniziativa Creative Japan, ideata nel 2007 (su suggerimento del Consiglio Strategico) dal Ministero degli Affari Esteri con l’ambasciata del Regno Unito per catalizzare l’attenzione dei consumatori inglesi verso alcuni prodotti tipici della produzione autoctona, quali manga, anime e giochi per computer, nel tentativo di allontanare dall’immaginario collettivo britannico l’idea che l’identità culturale nipponica fosse legata solamente alle “geishe ed al kabuki”. Sempre nel 2007 fu attivata un’altra importante campagna per rinnovare l’immagine statale rafforzando a livello globale la presenza di marche attive nella moda e nella gastronomia locale attraverso la creazione di fiere e convegni all’estero, aperti a tutti i consumatori interessati ad approfondire i prodotti meno conosciuti all’attenzione mondiale.
Il Governo non ha lesinato gli investimenti per proiettare le qualità della marca-Giappone ad un livello tale da “ottenere l’amore ed il rispetto delle persone di tutto il mondo"; complice la crisi che in parte ha ridimensionato la leadership mondiale nel comparto industriale, l’Esecutivo ha intrapreso l’ardua sfida di tramutare Sol levante da superpotenza economica a polo culturale d’eccellenza, facendo leva su una nuova Country image legata all’animazione, alla cucina, all'architettura e non più solo alla tradizionale idea di tecnologia e qualità tipica della produzione manifatturiera.
Un’interessante analisi sull’immagine dei beni giapponesi è data dal sondaggio condotto nel febbraio 2012 dall’agenzia pubblicitaria Hakuodo in quattordici città asiatiche, per analizzare la propensione all’acquisto di alcuni prodotti made in Japan da parte di un gruppo di consumatori eterogenei per età, sesso e professione. I risultati dello studio sono sinteticamente riportati in seguito:
- Confrontando gli esiti ottenuti, l’immagine globale dei prodotti giapponesi rispetto ai valori relativi alla corrispondente Country image associata ad articoli americani, coreani, europei e cinesi conquista un punteggio elevato per gli attributi indicanti lo stile, la qualità, etc., rispetto alle alternative analizzate;
- I principali beni associati al Giappone riguardano l’elettronica domestica, gli apparecchi digitali quali pc e cellulari, le automobili ad uso privato, ma anche i manga, prodotti enogastronomici, sneakers.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Made in Japan: storia e cultura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alberto De Carli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Economia
  Corso: Corso di laurea magistrale in Management- curriculum in marketing
  Relatore: Carlo Marco Belfanti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 227

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi